Umbria
  • Rifiuta vaccino, sospesa da lavoro: per giudice è legittimo

Rifiuta vaccino, sospesa da lavoro: per giudice è legittimo

Accaduto ad Oss, per tribunale prevale diritto salute fragili

Sospesa dal lavoro e dallo stipendio perché rifiuta di vaccinarsi contro il Covid, fa ricorso contro il provvedimento ma il giudice del lavoro glielo respinge giudicando la misura "adeguata e proporzionata": la vicenda è accaduta a Terni, a una operatrice socio sanitaria, dipendente della cooperativa sociale Actl New. La donna, addetta all'assistenza di anziani non autosufficienti, a febbraio ha negato il consenso informato alla somministrazione del vaccino, dicendosi contraria ad un trattamento sanitario - ha sostenuto - ancora di natura sperimentale, senza prima conoscerne effetti e possibili controindicazioni. (ANSA).
    KAE/ S0B QBXB Accaduto ad Oss, per tribunale prevale diritto salute fragili TERNI (ANSA) - TERNI, 02 AGO - Sospesa dal lavoro e dallo stipendio perché rifiuta di vaccinarsi contro il Covid, fa ricorso contro il provvedimento ma il giudice del lavoro glielo respinge giudicando la misura "adeguata e proporzionata": la vicenda è accaduta a Terni, a una operatrice socio sanitaria, dipendente della cooperativa sociale Actl New. La donna, addetta all'assistenza di anziani non autosufficienti, a febbraio ha negato il consenso informato alla somministrazione del vaccino, dicendosi contraria ad un trattamento sanitario - ha sostenuto - ancora di natura sperimentale, senza prima conoscerne effetti e possibili controindicazioni. (ANSA).
    KAE/ S0B QBXB (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie