Sad alza i toni sul futuro del trenino del Renon

Società minaccia denuncia per violazione di domicilio

(ANSA) - BOLZANO, 21 APR - La Sad alza ulteriormente i toni nella lite con la Provincia sulla futura gestione in-house del trenino e della funivia del Renon e della funicolare della Mendola. In una lettera, inviata in vista dell'incontro presso il servizio lavoro fissato per il 4 maggio, la Sad ricorda che il contratto di locazione delle rimesse del trenino scadranno solo nel 2027. "Ogni violazione tramite la Sta verrà denunciata come violazione di domicilio", minaccia la Sad. Infine, la società di trasporto della famiglia Gatterer sottolinea di non avere "alcuna necessità (ne obbligo) di dare le dimissioni" al personale operante che invece in caso di dimissioni volontarie dovrà rispettare il preavviso di uno-tre mesi, "obbligo cui Sad non intende rinunciare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie