Toscana

Corsa a 8 per il nuovo sindaco di Grosseto

Lo scontro principale si prefigura tra il centrodestra unito e una coalizione che riunisce Pd, M5s e parte della sinistra

Corsa a 8 per il nuovo sindaco di Grosseto, dove lo scontro principale alle amministrative del 3 e 4 ottobre si prefigura tra il centrodestra unito e una coalizione che riunisce Pd, M5s e parte della sinistra. Iv, con principale alleato Azione, sostiene invece un proprio candidato e anche i restanti partiti si presentano in ordine sparso. Per il centrosinistra la posta in gioco è riconquistare il capoluogo maremmano e consolidare l’asse Pd-M5s a livello locale. Cerca invece la riconferma il sindaco uscente Antonfrancesco Vivarelli Colonna e con lui i partiti del centrodestra. Imprenditore agricolo e politico, Vivarelli Colonna è sostenuto da Lega, Fdi e Fi più una propria lista personale.

Pd e M5s candidano il segretario Dem di Grosseto Leonardo Culicchi, sostenuto anche da Sinistra italiana, Sinistra civica ecologista, Europa Verde e Grosseto città aperta. Iv, Azione e socialisti (Liberali, Riformisti e Socialisti), schierano Valerio Pizzuti, noto urologo grossetano, con un passato di consigliere comunale tra le fila del Pd, che alle regionali del 2020 si è candidato con Italia Viva e +Europa senza però essere eletto. Corsa in solitaria per altri partiti della sinistra. Potere al Popolo ha scelto il 26enne Matteo Di Fiore: laureato in economia e lavoratore precario è il più giovane candidato sindaco in questa tornata per le amministrative di Grosseto.

Per il Pci c'è invece Dario Bibbiani, ex ispettore del lavoro oggi in pensione, che si definisce "comunista da sempre, dall'età della ragione". Italexit di Paragone schiera Carlo Vivarelli, volto noto della politica maremmana, segretario del Partito Indipendentista Toscano. Nella rosa dei candidati a sindaco anche due civici: Marcello Campomori (Grosseto al Centro), insegnante tra i fondatori dell’associazione Grosseto al centro, e Emanuele Perugini (Polo civico per Grosseto, Insieme per Grosseto), vigile del fuoco uscito da M5s.

Il segretario della Lega Matteo Salvini, intervenuto nelle scorse settimane in città a sostegno di Antonfrancesco Vivarelli Colonna, si è detto certo di una vittoria al primo turno per il sindaco uscente vista anche l'alleanza Pd-M5s. Nei prossimi giorni in città è prevista la presenza della leader di Fdi Giorgia Meloni. Ha fatto recentemente visita a Grosseto anche Giuseppe Conte, presidente del M5s, che ha 'precorso' i tempi indicando Leonardo Culicchi come già vincitore della competizione elettorale.

 

I candidati

Antonfrancesco Vivarelli Colonna: sindaco uscente per il centrodestra e ricandidato (sostenuto da Lega, Fdi e Fi più una sua lista personale). Di origine aristocratica, nato a Firenze il 24 novembre 1969 è anche imprenditore agricolo nell'azienda di famiglia. Sindaco di Grosseto dal 2016 e presidente della Provincia di Grosseto dal 2017, è stato anche presidente di Confagricoltura della provincia di Grosseto.

Leonardo Culicchi: segretario Dem di Grosseto è il candidato di Pd e M5s,sostenuto anche da Sinistra italiana, Sinistra civica ecologista, Europa Verde, Articolo uno, Rifondazione comunista e Grosseto città aperta. 55 anni, diplomato perito tecnico, è agente assicurativo, sposato e con tre figli.

Valerio Pizzuti:candidato sostenuto da Iv, Azione e socialisti (Liberali, Riformisti e Socialisti). Noto urologo grossetano, 69 anni, è politico di lunga data ed è stato consigliere comunale. Alle regionali del 2020 si è candidato con Italia Viva e +Europa senza però essere eletto.

Matteo Di Fiore: il più giovane candidato in questa tornata per le amministrative di Grosseto, con Potere al Popolo. 26 anni, laureato in Economia, lavoratore precario.-Dario Bibbiani: corre per il Pci. 67 anni, ex ispettore del lavoro oggi in pensione, si definisce "comunista da sempre, dall’età della ragione".

Carlo Vivarelli: candidato schierato da Italexit di Paragone. E' volto noto della politica maremmana, segretario del Partito Indipendentista toscano. Aveva già tentato la corsa a sindaco nella scorsa campagna elettorale con Toscana stato, che ha abbandonato poi nel 2016 per fondare il Partito indipendentista toscano.In corsa anche due civici

Marcello Campomori (Grosseto al Centro): tra i fondatori dell’associazione Grosseto al centro, laureato in teologia, insegnante, sposato e padre di tre figli è da sempre impegnato nel sociale.-

Emanuele Perugini (Polo civico per Grosseto, Insieme per Grosseto): 45 anni, vigile del fuoco uscito da M5s.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere



Modifica consenso Cookie