21:25

Nordio, documento letto da Donzelli non coperto da segreto

Ministro, pronto a riferire sulla vicenda alle Camere

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 02 FEB - "La natura del documento non rileva e disvela contenuti sottoposti al segreto investigativo o rientranti nella disciplina degli atti classificati". Lo afferma il ministro della Giustizia Carlo Nordio con riferimento al documento citato dal deputato Giovanni Donzelli in Parlamento sul caso Cospito.
    In una nota Nordio, "conclusa rapidamente la ricostruzione dei fatti richiesta dopo il dibattito parlamentare del 31 gennaio 2023", ha ritenuto "doveroso riferire in sintesi" alcune conclusioni: "La comparazione tra le dichiarazioni rilasciate dall'onorevole Giovanni Donzelli e la documentazione in atti disvela che l'affermazione testuale dell'onorevole - 'dai documenti che sono presenti al ministero della Giustizia' - è da riferirsi ad una scheda di sintesi del Nic non coperta da segreto. Non risultano apposizioni formali di segretezza e neppure ulteriori diverse classificazioni sulla scheda.
    Quanto al contenuto dei colloqui tra i detenuti Cospito ed altri, riferiti dall'onorevole Donzelli, non sono stati oggetto di un'attività di intercettazione ma frutto di mera attività di vigilanza amministrativa. In conclusione, la natura del documento non rileva e disvela contenuti sottoposti al segreto investigativo o rientranti nella disciplina degli atti classificati".
    "Per altro la rilevata apposizione della dicitura 'limitata divulgazione', presente sulla nota di trasmissione della scheda, rappresenta una formulazione che esula dalla materia del segreto di Stato e dalle classifiche di segretezza, disciplinate dalla legge 124/07 e dai Dpcm di attuazione ed esclude che la trasmissione sia assimilabile ad un atto classificato, trattandosi di una mera prassi amministrativa interna in uso al Dap a partire dall'anno 2019, non disciplinata a livello di normazione primaria".
    "Tutta la documentazione idonea a spiegare queste conclusioni sarà illustrata in dettaglio, quando le Camere riterranno opportuno". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    20:56

    ++ Tim: cda si riaggiorna il 24 febbraio su offerta Kkr ++

    Tim aperta a ogni eventuale alternativa

    Chiudi  (ANSA)

    (ANSA) - MILANO, 02 FEB - Il cda di Tim TM, riunitosi sotto la presidenza di Salvatore Rossi, ha deciso di convocarsi nuovamente il 24 febbraio prossimo per decidere in ordine all'offerta non vincolante ricevuta da KKR per NetCo.
        Tim, si legge, rimane aperta a valutare ogni eventuale alternativa che dovesse nel frattempo concretizzarsi, e continuerà nel dialogo con i propri stakeholders". (ANSA).
       

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      18:44

      Approvato ddl su Autonomia differenziata, applausi in Cdm

      Messo a punto da ministro Affari regionali Roberto Calderoli.

      Chiudi  (ANSA)

      (ANSA) - ROMA, 02 FEB - Approvato in Consiglio dei ministri il ddl sull'Autonomia differenziata, messo a punto dal ministro per gli Affari regionali, Roberto Calderoli. L'approvazione, a quanto si apprende, è avvenuta fra gli applausi. (ANSA).
         

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        18:38

        Autonomia: Meloni in Cdm, coerenti con mandato dei cittadini

        Governo manterrà gli impegni presi

        Chiudi  (ANSA)

        (ANSA) - ROMA, 02 FEB - Questo provvedimento dimostra ancora una volta che questo governo manterrà gli impegni presi, la coerenza con il mandato avuto dai cittadini, per noi, è una bussola. Lo ha detto, a quanto si apprende, la premier Giorgia Meloni dopo il varo del ddl sull'autonomia da parte del Cdm.
            (ANSA).
           

          RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

          18:25

          Niger: all'Italia guida missione e assistenza militare Ue

          Via libera del Cops a nuova misura assistenza

          Chiudi  (ANSA)

          (ANSA) - BRUXELLES, 02 FEB - Il Comitato Politico e di Sicurezza dell'Ue (Cops) ha dato il via libera alla nuova misura di assistenza europea per il Niger, nel quadro del fondo europeo per la pace (EPF), connessa alla missione di partenariato militare. Vale circa 40 milioni di euro e l'Italia sarà responsabile dell'attuazione della misura attraverso l'Agenzia Industrie Difesa (AID). Lo apprende l'ANSA da fonti diplomatiche europee. E' la prima volta che l'Italia assumerebbe questo ruolo. All'Italia dovrebbe andare anche il comando della missione militare Ue. (ANSA).
             

            RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

            18:20

            Avvocato Stato Israele, riforma Giustizia mina stato diritto

            'Proposta governo danneggia sistema controlli e poteri'

            Chiudi  (ANSA)

            (ANSA) - TEL AVIV, 02 FEB - La riforma del sistema giudiziario che vuole introdurre il governo di Benyamin Netanyahu "causerà danni significativi allo stato di diritto democratico". Lo denuncia in un parere ufficiale di 112 pagine inviato al ministro di Giustizia Yariv Levin l'Avvocata generale dello Stato Gali Baharav-Miara, secondo cui la proposta di riforma, presentata dallo stesso ministro, "condurrà a gravi danni al sistema di controlli e bilanciamenti" tra i poteri. Le maggiori preoccupazioni - ha aggiunto Baharav-Miaracitata dai media - riguardano "la separazione dei poteri, l'indipendenza giudiziaria e la protezione dei diritti individuali".
                La revisione del sistema così come è stata formulata - ha continuato l'Avvocato dello Stato - porterà il governo a godere di "un'estesa e praticamente illimitata autorità". Non solo ma la proposta - contro la quale da settimane ci sono proteste in molte città di Israele - danneggerà lo status del Paese come " stato ebraico e democratico". Per Baharav-Miara se la democrazia è fondata "sul principio del governo della maggioranza" è altrettanto vero che questo deve essere associato con il fatto che "le autorità di governo non possono avere poteri illimitati: ricetta sicura per danneggiare i diritti umani". (ANSA).
               

              RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

              18:05

              Spread Btp-Bund chiude a 182, rendimento crolla al 3,89%

              Scende di 39 punti base, calo record dal marzo 2020

              Chiudi  (ANSA)

              (ANSA) - MILANO, 02 FEB - Crollo dei rendimenti dei titoli di Stato italiani nel giorno della Bce, con gli investitori che scommettono sull'avvicinarsi della fine del ciclo rialzista e su un tasso terminale compreso tra il 3 e il 3,5%. Lo spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi si è chiuso di 18 punti base, a quota 182, mentre il rendimento del decennale italiano si è inabissato di 39 punti, al 3,89%, in un contesto di cali a due cifre per tutti i bond sovrani dell'Eurozona. Per il rendimento del Btp si tratta del crollo maggiore da marzo 2020. (ANSA).
                 

                RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

                18:03

                Cospito: Giurì d'onore sarà annunciato domani alla Camera

                Composto da cinque membri, non si sa chi lo presiederà

                Chiudi  (ANSA)

                (ANSA) - ROMA, 02 FEB - Verrà annunciata domani nell'Aula della Camera la costituzione del giurì d'onore che è stato chiesto dalle opposizioni dopo le affermazioni pronunciate lo scorso 31 gennaio nell'Emiciclo di Montecitorio da Giovanni Donzelli (Fdi) nei confronti di contro quattro deputati deputati del Pd tra cui il capogruppo Debora Serracchiani. A quanto apprende l'ANSA, il giurì, le cui conclusioni sono inappellabili (la relazione conclusiva viene semplicemente letta in assemblea ma non viene discussa nè votata) sarà composto da cinque deputati, ma non si sa ancora chi lo presiederà: il vicepresidente Giorgio Mulè si è detto a ciò indisponibile in quanto presiedeva l'Assemblea quando i fatti sono avvenuti.
                    l regolamento della Camera (all'articolo 58) stabilisce che, quando nel corso di una discussione, un deputato sia accusato di fatti che ledano la sua onorabilità, egli può chiedere al presidente della Camera di nominare una commissione - il cosiddetto Giuri' d'onore, appunto - per giudicare la fondatezza dell'accusa. Alla commissione può essere assegnato un termine per presentare le sue conclusioni alla Camera che ne prende atto senza dibattito nè votazione. Non è specificato il numero dei giurati, che solitamente sono stati solo un paio. (ANSA).
                   

                  RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


                  Modifica consenso Cookie