06:18

Duque, arresto Usuga è colpo del secolo a narcotraffico

'Comparabile alla caduta di Pablo Escobar'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BOGOTA, 23 OTT - L'arresto di Dario Antonio Usuga, capo del clan del Golfo, "è il colpo più duro che è stato inferto al traffico di droga in questo secolo nel nostro Paese, un successo paragonabile solo alla caduta di Pablo Escobar": lo afferma il presidente colombiano Ivan Duque su twitter, rivelando anche alcuni dettagli sulla sua cattura.
    Il narcotrafficante è stato catturato a Necocli, nel nord-ovest del Paese, vicino al confine con Panama. È stata "la più grande spedizione nella giungla mai realizzata nella storia militare del nostro Paese", ha affermato Duque, con l'aiuto di mezzi e intelligence Usa e britanniche. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

06:16

Portacontainer in fiamme al largo del Canada,allarme tossico

A bordo 52 tonnellate di sostanze chimiche

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - WASHINGTON, 24 OTT - Un incendio è scoppiato a bordo di una nave portacontainer ancorata al largo della costa pacifica del Canada che trasporta sostanze chimiche ed è stato diramato un allarme tossico. Lo hanno riferito le autorità.
    La nave, la Zim Kingston, è ancorata nello stretto di Juan de Fuca, a sud dell'isola di Vancouver nella British Columbia, ha dichiarato la Guardia costiera canadese in una nota sul proprio sito web.
    "È stata istituita una zona di emergenza attorno alla nave portacontainer all'ancora Zim Kingston", ha aggiunto la stessa fonte. "La nave è in fiamme ed emette gas velenosi", è stato sottolineato.
    La nave portacontainer trasporta oltre 52 tonnellate di sostanze chimiche caricate in due dei container che hanno preso fuoco, ha riferito CBC citando la Guardia Costiera.
    Dieci membri dell'equipaggio sono stati evacuati, secondo le stesse fonti. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

06:09

Spazio: Francia, lanciato razzo Ariane con due satelliti

Uno è militare e di ultima generazione

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - KOUROU, 24 OTT - E' decollato da Kourou, nella Guyana francese, il razzo francese Ariane 5 dotato di due satelliti per le telecomunicazioni, di cui uno di ultima generazione per uso militare. Il lancio era stato rinviato nei giorni scorsi per ulteriori controlli.
    Il razzo è partito alle 11:10 ora locale (3:10 ora italiana, dopo il rinvio di venerdì. Il conto alla rovescia è stato interrotto alle 21:56 ora locale, cinque minuti prima del miglior tempo della finestra di tiro, ma è finalmente ripreso alle 23:03. La missione è stata completata con successo 38 minuti e 41 secondi dopo il lancio.
    Il razzo trasporta due satelliti, il SES-17, gestito dal gruppo lussemburghese SES, e Syracuse 4A, un satellite militare per telecomunicazioni sviluppato per il Ministero delle Forze Armate francese.
    Comandato dalla Direzione generale degli armamenti (DGA), Syracuse 4A avrà lo scopo di consentire alle forze armate francesi di rimanere permanentemente collegate con tutte le forze sul terreno. SES-17 fornirà copertura nelle Americhe, nell'Oceano Atlantico e nei Caraibi, in particolare per rivoluzionare la connettività in volo per gli utenti di aeromobili, soddisfare la forte domanda di trasmissione dati nei settori del trasporto marittimo e accelerare le iniziative di inclusione digitale.
    "Syracuse 4A è progettato per resistere agli attacchi militari da terra e nello spazio, nonché alle interferenze", ha detto all'AFP il colonnello Stéphane Spet, portavoce dell'Air Force e dell'Air Force. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

02:46

Colombia, preso il 'narco' più ricercato del Paese

Dario Antonio Usuga detto Otoniel dovrà subire 120 processi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 24 OTT - Il trafficante di droga più ricercato della Colombia, Dario Antonio Usuga, noto come 'Otoniel', è stato catturato. Lo ha reso noto il governo colombiano. Capo del clan del Golfo, il più potente e temuto gruppo di narcotraffico mondiale di cocaina, dovrà subire numerosi processi per vari reati.
    Sulla testa di Usuga pendeva una taglia fino a cinque milioni di dollari posta dal governo degli Stati Uniti. Ricercato da almeno sei anni, il boss, che ha 49 anni, deve rispondere in 120 processi dei più diversi reati, fra cui omicidi plurimi e l'esportazione verso il Centro America, gli Stati Uniti e l'Europa di molte tonnellate di cocaina proveniente dalla regione di Uraba del dipartimento di Antioquia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




18:52

Giornata Spettacolo: 'grido' lavoratori settore in docu

A Festa Roma. Casellati, bisogna investire

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - A volte "ho bisogno di gridare. E' doloroso sapere che l'investimento italiano nello spettacolo sia sceso così tanto da arrivare a essere quartultimo in Europa, dando a tutti noi una patente di inutilità sociale". Come "è doloroso vedere sacrificato l'impegno, l'entusiasmo, la genialità di tanti artisti e artigiani che pagherebbero pur di fare quello che sanno fare meglio di chiunque altro". Lo ricorda Elena Sofia Ricci nel documentario Grido per un nuovo Rinascimento', che apre idealmente alla Festa del Cinema di Roma la prima Giornata nazionale dello spettacolo in programma il 24 ottobre, celebrazione nata dalla legge che 'dedica' questa data alla promozione delle "attivita' artistiche, musicali, coreutiche, teatrali e cinematografiche. che si tiene domani.
    Un appuntamento per accendere i riflettori su un settore gravemente colpito dalla pandemia, con migliaia di persone rimaste a casa con teatri chiusi, tour bloccati e compagnie dismesse. Investire sullo spettacolo "deve essere una comune volontà politica, culturale, di oggi ma anche di domani. Un Paese che ha nel suo patrimonio genetico l'eccellenza della cultura non può rimanere agli ultimi posti delle classifiche europee per il livello di investimenti nello spettacolo"o ha detto il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, introducendo il documentario, per il quale il red carpet si è arricchito di performance di artisti circensi.
    Il film non fiction, che in sala è stato accolto da vari applausi a scena aperta, è il racconto ideato da Elena Sofia Ricci, Stefano Mainetti e Elisa Barrucchieri, dell'evento del 24 Giugno 2020 organizzato da artisti, tecnici e maestranze al Teatro 8 degli Studios in Roma, proprio per dare visibilità ai problemi del comparto dei lavoratori dello spettacolo. Una performance nella quale si sono fusi recitazione, performance, danza, musica, con decine di protagonisti nata per porre l'attenzione sia su chi va in scena o sul set sia sulle decine di mestieri dello spettacolo (hanno partecipato 160 associazioni di settore) non visibili ma ugualmente necessari. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA





18:06

Svolta in Austria, 'lockdown solo per i non vaccinati'

Le restrizioni scatteranno con 500 ricoveri in terapia intensiva

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Dopo il green pass, è l'ora dei lockdown selettivi: l'annuncio di un piano di confinamento limitato ai soli non vaccinati in caso di nuovi picchi dei contagi di Covid-19 arriva dall'Austria. "Non vediamo la pandemia nello specchietto retrovisore, stiamo invece andando verso una pandemia dei non vaccinati", visto che "la maggior parte dei pazienti in terapia intensiva non è vaccinata", ha avvertito il neo-cancelliere Alexander Schallenberg.
    Una linea dura che scatterà però solo al raggiungimento della soglia di guardia di 500 posti occupati in terapia intensiva (il 25% di quelli disponibili), rispetto agli attuali 224. A quel punto, chi non si è immunizzato non potrà più accedere a bar, ristoranti, eventi culturali e neanche a strutture sportive e ricreative. Con 600 ricoverati gravi, i non vaccinati non potranno più uscire di casa se non per andare al lavoro o per riconosciuti motivi di necessità. "Non è ammissibile che il sistema sanitario venga sovracaricato per colpa di indecisi e attendisti", ha avvertito il cancelliere austriaco, sottolineando che "ai non vaccinati deve essere chiaro che non sono solo responsabili della loro salute, ma anche di quella degli altri".
    L'annuncio del piano di Vienna giunge mentre il Paese si trova ancora al primo dei cinque livelli di allerta previsti, il meno grave. Ma nell'ultima settimana i contagi sono aumentati e dal primo novembre scatterà anche in Austria l'obbligatorietà del green pass per accedere al luogo di lavoro. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:50

Cina chiede a genitori di non fare studiare troppo i figli

Nuova legge raccomanda meno carichi di lavoro

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 23 OTT - Meno compiti e Internet per i minori, più attività ricreative ed esercizio fisico: la Cina inverte la rotta e vara una nuova legge sulla "promozione dell'educazione familiare" per allentare la competitività scolastica portata all'esasperazione negli ultimi anni e le spese folli per la formazione.
    Il Comitato permanente dell'Assemblea nazionale del popolo, il parlamento cinese, ha approvato una normativa che sollecita tra l'altro i genitori a diminuire i pesanti carichi di studio imposti finora ai figli e ad impegnarsi per evitare che, allo stesso tempo, diventino dipendenti dal web. La legge stabilisce che i genitori o i tutori siano responsabili dell'educazione familiare dei minori e che lo Stato, mentre ai governi locali viene chiesto di prendere provvedimenti per tagliare i compiti a casa e il tutoraggio extrascolastico.
    Nell'attuale sistema ultra competitivo cinese già l'ingresso in un asilo di ottimo livello rappresenta il trampolino di lancio per elementari di prestigio e così via: i primi anni di studio sono ritenuti fondamentali dalle famiglie cinesi e, in base a quanto spiegato all'ANSA da operatori del settore, la preparazione può costare 4-5.000 dollari già sotto i 6 anni, tra lezioni di pianoforte, scrittura, recitazione o addirittura salto della fune.
    La nuova legge vieta ai genitori di imporre un eccessivo carico didattico ai figli, chiarendo la necessità di organizzare in modo appropriato il tempo da dedicare allo studio e quello invece per il riposo, le attività ricreative e l'esercizio fisico. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

17:34

Covid: 3.908 i positivi e 39 le vittime

Tasso stabile allo 0,8%. Calano le terapie intensive, -5

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Sono 3.908 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 3.882. Sono invece 39 le vittime in un giorno (anche ieri 39). Sono 491.574 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 487.218. Il tasso di positività è allo 0,8%, stabile rispetto a ieri. Sono 338 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 5 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 20 (ieri 22). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.455, rispetto a ieri 12 in più. Gli attualmente positivi al Covid in Italia sono 74.016, con un incremento di 287 nelle ultime 24 ore. Dall'inizio della pandemia i casi sono 4.737.462, i morti 131.802. I dimessi e i guariti sono invece 4.531.644, con un incremento di 3.579 rispetto a ieri, (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Modifica consenso Cookie