Internet&Social
  1. ANSA.it
  2. Tecnologia
  3. Internet & Social
  4. Meta, stretta sicurezza su profili adolescenti Instagram e FB

Meta, stretta sicurezza su profili adolescenti Instagram e FB

Configurazione più privata e lotta alla 'sextortion'

Stretta di Meta sui profili degli adolescenti per "promuovere esperienze sicure e adatte alla loro età" su Facebook e Instagram. Lo rende noto la stessa società che spiega come da oggi tutti i minori di 18 anni avranno impostata come predefinita una configurazione più privata quando si iscrivono a Facebook. E sta lavorando anche per fermare la diffusione delle immagini intime degli adolescenti online, in particolare quando vengono usate per ricattarli, la cosidetta "sextortion".

La società incoraggia gli adolescenti già presenti sulla piattaforma a scegliere impostazioni più private (chi può vedere la propria lista di amici oppure le persone, le Pagine e le liste che si seguono; chi può vedere i post in cui si è stati taggati sul proprio profilo; rivedere i post in cui si è taggati prima che il post compaia sul proprio profilo; chi può commentare i post pubblici). Soluzione che arriva dopo l'introduzione di impostazioni predefinite simili su Instagram.

Sulla 'sextortion', poi, Meta rende noto che sta collaborando con il Centro nazionale contro lo sfruttamento e la scomparsa di minori (Ncmec) per creare una piattaforma globale per gli adolescenti che temono le loro immagini intime possano essere condivise al pubblico su piattaforme online senza il loro consenso. Questa piattaforma, spiega, "potrà essere utilizzata da altre aziende del settore tecnologico".

Infine, tra le misure adottate Meta sta testando modi per proteggere i giovani dai messaggi di adulti sospetti con cui non sono connessi, ad esempio non mostrandoli nella sezione 'Persone che potresti conoscere'. Come ulteriore livello di protezione, sta anche testando la rimozione totale del tasto 'Messaggi' sugli account Instagram degli adolescenti quando vengono visualizzati da adulti potenzialmente pericolosi. La società, inoltre, invita gli adolescenti a segnalare gli account dopo aver bloccato qualcuno e invia loro avvisi di sicurezza con informazioni su come evitare messaggi inappropriati da parte di adulti. In un solo mese, nel 2021 - fa sapere Meta - più di 100 milioni di persone hanno visualizzato gli avvisi di sicurezza su Messenger.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie