Expo Dubai

Da lanciatori a satelliti,spazio italiano a Expo Dubai

In vetrina con aziende, sturtip, università e distretti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 15 LUG - L'Italia si prepara a portare i suoi gioielli spaziali a Expo 2020 Dubai: dal lanciatore europeo Vega che nasce negli stabilimenti di Colleferro di Avio ai satelliti radar CosmoSkyMed, passando dalle grandi aziende del settore, le decine di startup e piccole e medie imprese fino al mondo della ricerca. Oggi il primo passo per l'allestimento di questa prestigiosa vetrina internazionale con la firma di partnership tra Paolo Glisenti, Commissario per la Partecipazione dell'Italia a Expo 2020 Dubai, e Giulio Ranzo, amministratore delegato Avio. Il 1 ottobre prenderà il via il primo grande evento internazionale 'post-pandemia', la prima esposizione universale in un paese arabo dove centinaia di paesi proveranno a mettere in mostra le proprie armi vincenti per il rilancio economico. All'Expo Dubai il padiglione Italia nascerà sotto il segno de 'la bellezza che unisce le persone' e un ruolo di primo piano sarà offerto allo Spazio: "un tema trasversale che caratterizzerà tutto il semestre di Expo Dubai, coinvolgendo anche scienze della vita, agricoltura, alimentazione, difesa, sicurezza, connettività", ha detto Glisenti. "Oggi - ha aggiunto - lo Spazio dimostra di avere una valenza economica, diplomatica e tecnologica pari a nessun altro settore". A livello mondiale il settore spaziale sta conoscendo una grande rinascita grazie all'ingresso di molti privati e il via a grandi programmi di esplorazione umana e robotica del Sistema Solare. Una crescita che si registra anche in Italia, ha sottolineato Giorgio Saccoccia, presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), che ha aggiunto: "L'Expo di Dubai sarà una grande occasione per raccontare quel che lo spazio italiano sta facendo e che può fare ancora. Sarà l'occasione per dimostrare quel che fanno alcune nostre grandi aziende come Avio e Leonardo, ma anche le tante interessantissime start up riunite in distretti aerospaziali e le regioni come Lazio, Puglia, Piemonte, Campania e Basilicata". Un momento speciale sarà la settimana tra il 17 e il 23 ottobre quando decine di Padiglioni, tra cui quello Italia, si dedicheranno in modo specifico ai temi spaziali con numerose iniziative ed eventi speciali dove saranno presenti anche molte università e centri di ricerca. "Essere presenti al Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai - ha detto Ranzo - è per noi motivo di grande orgoglio, esso rappresenta infatti le eccellenze italiane ed Avio è fiera di farne parte. Gli Emirati Arabi Uniti stanno investendo molto nella ricerca e nella tecnologia spaziale e hanno avviato programmi di tutto rispetto.
    La sonda Hope in orbita attorno a Marte è la testimonianza ultima di tutto questo. Expo Dubai sarà l'occasione per rafforzare le partnership internazionali fondamentali per la crescita del settore e per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi" (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Modifica consenso Cookie