In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Kazakhstan, si è tenuto oggi online l'Osce Astana summit

Paese è stato primo post-sovietico a presiedere l'organizzazione

ROMA

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Si è tenuta oggi a Nur-Sultan la conferenza internazionale online 'Osce Astana Summit 2010: Historical Significance and Relevance'. L'evento è stato organizzato dalla Biblioteca del primo presidente della Repubblica del Kazakhstan e leader della nazione insieme al ministero degli Affari Esteri kazako e alla sede del programma Osce a Nur-Sultan. Nel 2010 - si legge in una nota - il Kazakhstan è stato il primo stato post-sovietico, il primo rappresentante dell'Asia centrale e la prima nazione di fede prevalentemente musulmana cui è stata affidata la presidenza dell'organizzazione.
    L'iniziatore e ideologo della presidenza kazaka dell'Osce è stato il primo presidente del Kazakhstan e leader della nazione, Nursultan Nazarbayev, che ha salutato i partecipanti all'evento mediante Adil Tursunov, suo consigliere e capo del dipartimento di supporto informativo e analitico del suo ufficio. Il presidente ha definito questo vertice "uno dei più importanti eventi nella storia della presidenza del Kazakhstan dell'Osce, grande e importante organizzazione transcontinentale che unisce 57 Stati europei, dell'Asia centrale e del Nord America", esprimendo la propria fiducia sul fatto "che l'eredità della presidenza del Kazakhstan del vertice Osce di Astana sia di perdurante attualità nella formazione di una pace giusta e duratura, nonché di una stabilità strategica e di sicurezza nello spazio dei quattro oceani - dall'Atlantico al Pacifico e dall'Artico all'Indiano".
    Mukhtar Tileuberdi, vice primo ministro e ministro degli Affari esteri del Kazakhstan, ha evidenziato nel suo discorso le principali priorità dell'interazione tra la Repubblica kazaka e l'Osce nel promuovere il dialogo e la pace e ha ricordato che il Kazakhstan ha assunto la presidenza della Cica nel 2020, auspicando una collaborazione degli organismi "per risolvere i problemi chiave dell'Eurasia" e chiedendo ai partner "di supportare l'idea di dialogo tra la Cica e l'Osce, nonché la trasformazione della Cica in un'organizzazione per la sicurezza e lo sviluppo in Asia". Il vice primo ministro e ministro degli Affari esteri ha inoltre parlato dei temi principali del vertice di Astana, riguardanti il dialogo e la sicurezza sostenibile negli spazi euro-atlantici ed eurasiatici, il problema dell'Afghanistan e la risoluzione dei conflitti 'congelati'.
    Bakytzhan Temirbolat, direttore della Biblioteca del primo presidente e leader della nazione, ha moderato il convegno, sottolineando che quest'anno segna il 30esimo anniversario dell'indipendenza del Kazakhstan e che il Paese continua il suo percorso di sviluppo in modo coerente con le pratiche democratiche avviate da Nursultan Nazarbayev durante la sua presidenza, che ha avviato una politica di modernizzazione del sistema politico. Il relatore ha ricordato anche i tre pacchetti di riforme promossi in due anni dal capo dello Stato, Jomart Tokayev, aggiungendo che il lavoro con l'Osce avrà un impatto positivo sullo sviluppo del Kazakhstan e dell'Osce stessa. È stato poi mostrato un cortometraggio che mostra la storica prima presidenza kazaka dell'Osce nel 2010. (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie