In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Kazakhstan: saranno 398 gli osservatori al voto 10 gennaio

La Commissione elettorale ha chiuso gli accrediti internazionali

ROMA

(ANSA) - ROMA, 04 GEN - Saranno 398 gli osservatori delle organizzazioni internazionali e degli Stati esteri accreditati presso la Commissione elettorale centrale (Cec) della Repubblica del Kazakhstan, che ha tenuto una riunione conclusiva sul tema in vista delle elezioni, il prossimo 10 gennaio 2021, dei deputati del Mazhilis - Camera bassa del Parlamento - e delle Regioni del Paese. All'incontro online hanno partecipato i rappresentanti dei partiti politici, delle Missioni Osce/Odihr e della Csi, nonché le commissioni elettorali territoriali e i rappresentanti dei media.
    Anastasia Schegortsova, membro della Cec, ha presentato una relazione sul punto all'ordine del giorno, comunicando che dal 29 dicembre 2020 ad oggi hanno presentato le candidature per l'accredito alla Commissione elettorale centrale del ministero degli Affari esteri 24 osservatori di quattro organizzazioni internazionali e di sette Stati esteri. Il presidente della Cec, Berik Imashev, ha osservato che la questione relativa all'accreditamento di osservatori di organizzazioni internazionali e di Stati stranieri è stata esaminata in sette riunioni della commissione.
    In conformità con la legge costituzionale 'Sulle elezioni nella Repubblica del Kazakhstan', l'accreditamento è terminato alle 18.00 ora locale di lunedì 4 gennaio. Pertanto, secondo i risultati finali, per le prossime elezioni dei deputati del Mazhilis e le elezioni regionali della Repubblica del Kazakhstan sono stati registrati 398 osservatori, di cui 322 dalle dieci organizzazioni internazionali (Assemblea interparlamentare della Cis - 48; Comitato esecutivo della Cis - 179; Organizzazione della cooperazione islamica - 4; Ufficio Osce per le istituzioni democratiche ed i diritti umani - 42; Assemblea parlamentare dell'Osce - 9; Organizzazione per la cooperazione di Shanghai - 15; Consiglio di cooperazione degli Stati di lingua turca - 7; Assemblea parlamentare dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva - 7; Assemblea parlamentare dei Paesi di lingua turca - 9; Delegazione dell'Ue in Kazakhstan - 2); 76 dai 31 Stati esteri (Giordania, Kirghizstan, Maldive, Moldova, Turchia, Azerbaigian, Armenia, Indonesia, Uzbekistan, Russia, Romania, India, Filippine, Ungheria, Spagna, Norvegia, Francia, Svizzera, Polonia, Repubblica Ceca, Italia, Estonia, Ucraina, Germania, Belgio, Palestina, Gran Bretagna, Mongolia, Svezia, Canada, Finlandia). (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie