Mondo

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Il Kazakhstan al voto con donne e giovani in primo piano

Soglia del 30% nelle elezioni del 10 gennaio per la Camera bassa

ROMA

(ANSA) - ROMA, 30 DIC - La Repubblica del Kazakhstan si apre maggiormente a donne e giovani in occasione delle prossime elezioni per la Camera bassa del Parlamento, il Majilis, che conta 107 deputati dal mandato quinquennale. Di questa e altre novità relative all'appuntamento con le urne fissato il 10 gennaio 2021 ha parlato oggi pomeriggio in una conferenza online Sergey Nurtayev, ambasciatore del Kazakhstan in Italia.
    "La soglia fissata prevede una quota del 30 per cento per donne e giovani di età inferiore ai 29 anni, che insieme rappresentano poco più di metà del Paese. Pensiamo che donne e giovani possano dare un contributo nelle questioni sociali, perché spesso sono toccati in prima persona da problemi in quest'ambito. Attualmente le donne rappresentano il 28 per cento del Majilis, i giovani il 2 per cento circa". Se una soglia si alza, un'altra si abbassa: il numero necessario alla registrazione di un partito, infatti, scende da 40 a 20 mila membri, imprimendo maggiore dinamismo alla vita democratica del Paese.
    "I candidati sono 312 e cinque i partiti registrati al processo elettorale, che coinvolge 14 regioni e tre città per oltre 10 mila seggi in tutto il Paese", ha continuato l'ambasciatore, che ha ricordato la possibilità dei cittadini kazaki all'estero di partecipare al voto grazie a 66 seggi in 51 Paesi del mondo.
    "Le aspettative della commissione elettorale centrale del Kazakhstan riguardano la partecipazione di 11,8 milioni di elettori e siamo molto ottimisti sull'afflusso, con rigorose misure predisposte per la pandemia quali l'uso di dispositivi di protezione individuale e l'igiene delle mani", ha aggiunto.
    Le elezioni si svolgeranno secondo "i maggiori standard di correttezza e trasparenza" garantiti da un ampio numero di osservatori e dopo una serie di riforme, tra le quali anche l'istituto dell'opposizione parlamentare "che dà garanzie aggiuntive alle minoranze etniche e politiche nelle strutture statali". Un organo consultivo è stato inoltre istituito presso la presidenza della Repubblica per l'ascolto di istanze del popolo.
    L'ambasciatore kazaco in Italia si è soffermato anche sulle relazioni diplomatiche "amichevoli" tra i due Paesi, definendo l'Italia "strategica" in Europa, con uno scambio commerciale che ha superato gli 8 miliardi di dollari e vede in Kazakhstan oltre 160 aziende a partecipazione italiana, la maggiore delle quali è l'Eni. L'auspicio del diplomatico è che le due nazioni siano sempre più vicine, anche grazie a futuri viaggi: "Stiamo lavorando sull'inserimento di voli diretti per invogliare gli italiani a conoscere il Kazakhstan. In questo momento, nella nostra capitale Nur-Sultan si registra una temperatura di 30 gradi sotto lo zero e nel sud di 20 gradi sopra lo zero. Abbiamo un territorio molto grande e perciò dal clima vario, ecco perché dico che è sempre il momento migliore per visitare il Kazakhstan". (ANSA).
   

In collaborazione con l’Ambasciata del Kazakhstan

Modifica consenso Cookie