Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Asia Argento 'Bourdain stava male, vogliono darmi la colpa'

Asia Argento 'Bourdain stava male, vogliono darmi la colpa'

A Domenica in 'sono serena. Chi ha venduto sms è un avvoltoio'

(ANSA) - ROMA, 02 OTT - Una biografia non autorizzata, DOWN AND OUT IN PARADISE, in uscita questo mese in America (il New York Times ha pubblicato alcuni stralci la settimana scorsa) e in cui ci sarebbero anche gli ultimi sms tra lo chef Anthony Bourdain e la sua partner Asia Argento, la sera prima del suicidio di lui nel 2018 in Francia, sta facendo scalpore. "Non mi rompere le palle" avrebbe scritto lei tra l'altro. "Eravamo una coppia aperta - ha spiegato l'attrice ospite oggi di Mara Venier a Domenica in - quelli che hanno reso pubblici i messaggi sono avvoltoi". Argento ha sottolineato in tv di essere serena ora: "la vita è meravigliosa, sono grata alla vita, pur con i dolori e gli ostacoli, tramutare il veleno in cura e sapersi ogni volta rialzare, ecco cosa ho imparato. E anche che è vero che domani è veramente un altro giorno, ecco questo avrei voluto dire ad Anthony". Asia Argento ha raccontato della relazione con Bourdain, di quanto i suoi figli Anna Lou e Nicola fossero legato a lui e avessero sofferto per quella morte. "Ha lasciato un bel vuoto, ho dovuto imparare a vivere come senza un braccio", ha detto. Quell'ultima sera "Anthony aveva bevuto, aveva il problema dell'alcol, che avevo anche io. Mi aveva telefonato, aveva parlato anche con Anna Lou, io ero contenta perché stavo per cominciare X Factor, non volevo stare giù".
    Erano uscite le foto di Asia con un'altra persona, "ma a lui lo avevo raccontato, eravamo una coppia aperta. In quella telefonata era strano, non era gelosia. Quando uno si toglie la vita, quando è depresso, il suicidio è un gesto estremo ma chi lo fa vuole fermare quel momento, non vuole più stare male". C'è una intenzione, facendo uscire questi sms, di dare la colpa ad Asia? "Io me la prendo ma è riduttivo: si toglie la vita perché l'ho tradito? Era un uomo grande e fragile, che stava molto male, era depresso. Sua figlia, io, i miei figli abbiamo sofferto, bisogna trasformare questo veleno, io lo sto trasformando nella mia cura. Ma è un pozzo senza fine. Ora basta piangere, abbiamo pianto abbastanza". "Sono sobria da un anno e mezzo. Con Anthony abbiamo diviso l'essere alcolisti, ci sostenevamo con un senso di humor dark, eravamo molto soli, ma due alcolisti insieme affogano". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai a RAI News

      Modifica consenso Cookie