Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Salone del libro
  4. Lagioia, ritroviamo la nostra comunità

Lagioia, ritroviamo la nostra comunità

Al via a Torino la 33esima edizione. Code agli ingressi

(ANSA) - TORINO, 14 OTT - "Al Salone di Torino il mondo del libro ritrova finalmente la sua casa. Sono emozionato come se fosse la prima volta". Così il direttore del Salone del Libro di Torino, Nicola Lagioia, entrando all'Oval dove sta per essere inaugurata la 33esima edizione della buchmesse. "E' il primo evento internazionale legato al libro che viene organizzato: Torino e l'Italia fanno da apripista e questo è un motivo di orgoglio - aggiunge - Non sarà un'edizione in cui dobbiamo fare numeri record, ma ritrovare la nostra comunità. È un'edizione che passerà alla storia perché segna un prepotente ritorno alla normalità".
    Sono già centinaia le persone in coda fuori dal Lingotto, con lunghi serpentoni di visitatori in attesa di entrare dopo aver completato le procedure di controllo, compresa quella del Green Pass. Molte le scolaresche, arrivate anche con bus da fuori città. "Il Salone del libro costituisce un appuntamento fondamentale per la vita culturale del nostro Paese. Il suo ritorno in presenza dopo il tormentato periodo della pandemia è per tutti motivo di grande soddisfazione", sottolinea il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nel messaggio agli organizzatori della kermesse. "Durante l'emergenza Covid i libri sono stati per molti cittadini un rifugio, un alleato, un'arma contro la solitudine e lo sconforto - scrive Mattarella - laddove ci costringeva a distanziarci dagli altri, il libro ci ha permesso di avvicinarci a storie nuove, a personaggi diversi, a mondi inesplorati". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie