Libri

Torna 'Il Libro Possibile',a Polignano e Vieste dal 7 luglio

Bray, ripartire dai libri per un futuro più solidale

(ANSA) - BARI, 10 GIU - "La Puglia riparte dai libri, che hanno una funzione importante perché permettono a tutti noi di scoprire storie, racconti, ci consentono di immaginare il nostro futuro che viene dopo un periodo durissimo che è quello della pandemia. I libri ci insegneranno a correggere gli errori che abbiamo fatto nel passato e quindi a fare in modo che il futuro sia più equo, più solidale, capace di saper integrare. E' quello di cui abbiamo bisogno per ripartire". Lo ha detto l'assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Puglia, Massimo Bray, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione della XX edizione del Festival di Libro Possibile, in programma a Polignano a Mare (Bari) dal 7 al 10 luglio, e per la prima volta anche a Vieste (Foggia), il 22, 23, 29 e 30 luglio.
    "In due città meravigliose, tra i luoghi più belli della Puglia - ha proseguito il governatore Michele Emiliano - si rinnova anche quest'anno l'atteso appuntamento con 'Il Libro Possibile'. A Polignano e per la prima volta anche a Vieste, due gioielli affacciati sul mare che effondono bellezza da tutti i punti cardinali, ci ritroviamo insieme dopo un periodo non facile scandito dalla pandemia; e lo facciamo ricollocando proprio il libro e la lettura come veicolo di rinascita, di confronto delle idee, di dialogo e di relazioni feconde".
    "Ci ritroviamo, in nome della bellezza e della cultura, a discutere e riflettere sui temi cogenti del nostro tempo e ad ascoltare le voci più autentiche della letteratura, dell'arte, della scienza e del giornalismo" ha aggiunto Emiliano, ricordando che "ambiente, ecosostenibilità, legalità, turismo di qualità, sono solo alcuni grandi temi su cui si snoderanno dibattiti, tavole rotonde, riflessioni ampie e stimolanti". Per il presidente, inoltre, "la decisione di estendere il Festival a Vieste è tra le cose che mi convincono di più", perché "la cosa più efficiente nei confronti della criminalità organizzata è la bellezza, la cultura, il libro", non dimenticando che "senza Polignano tutto questo non sarebbe esistito". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie