Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Arte
  4. Tre dipinti della Natività del '500 per il Capolavoro per Lecco

Tre dipinti della Natività del '500 per il Capolavoro per Lecco

Previtali, Moroni e Bassano in mostra dal 5 dicembre al 5 marzo

(ANSA) - MILANO, 03 DIC - Tre dipinti della Natività del Cinquecento da riscoprire. Per il terzo anno consecutivo torna al Palazzo delle Paure di Lecco, dal 5 dicembre e fino al 5 marzo, la mostra 'Capolavoro per Lecco' promossa dalla Comunità pastorale e dall'Associazione culturale Madonna del Rosario in collaborazione con il Comune.
    Dopo le opere di Tintoretto e di Lotto in mostra nelle scorse edizioni protagonisti della rassegna di quest'anno, dal titolo 'Storie salvate. Tre Natività del Cinquecento da riscoprire', sono tre dipinti di altrettanti artisti provenienti dalla Lombardia e dal Veneto. Si tratta della Natività di Andrea Previtali, custodita nel Santuario di Santa Maria Nascente di Arconate, l'Adorazione dei pastori di un pittore veneto, attribuita quasi certamente a Jacopo Bassano e l'Adorazione dei pastori di Giovanni Battista Moroni, entrambe provenienti da collezioni private.
    "Ci sentiamo in dovere come cristiani di uscire dalla chiesa e raccontare cos'è il Natale e nulla come l'arte è lo strumento ideale di questo racconto - ha commentato monsignor Davide Milani, Prevosto di Lecco e promotore dell'iniziativa -.
    Vogliamo fare scoprire delle opere poco note e poco viste dal pubblico, e diamo l'opportunità di vederle ma sempre con una mediazione e dentro un contesto. Questi mediatori sono i ragazzi delle scuole superiori di Lecco e provincia che sono stati formati per raccontare le opere". "Veniamo da quasi due anni di pandemia, è facendo leva sui luoghi della cultura che è possibile ritrovare le ragioni dello stare insieme", ha commentato l'assessore ad Autonomia e Cultura della Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli. Mentre per Stefano Bolognini, assessore regionale a Sviluppo della Città metropolitana, Giovani e Comunicazione questo progetto è importante perché "c'è l'ingaggio dei giovani".
    La mostra, curata da Giovanni Valagussa e Antonio Mazzotta, sarà l'occasione per conoscere capolavori che non sono mai stati esposti, come l'Adorazione dei pastori attribuita a Jacopo Bassano che è rimasto nascosto per secoli in un oratorio di proprietà privata nella provincia di Verona, e fino al suo restauro, avvenuto nel 2014, risultava compromesso da numerose ridipinture. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        In Collaborazione con

        Vai al sito del Maxxi

        Modifica consenso Cookie