Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. Vela: conclusa a Porto Cervo la Rolex Swan Cup

Vela: conclusa a Porto Cervo la Rolex Swan Cup

Vincono Freya, Flow, Mascalzone Latino, Crilia, Balthasar, Nadir

(ANSA) - PORTO CERVO, 19 SET - Si è conclusa a Porto Cervo la 21/a edizione della Rolex Swan Cup, organizzata dallo Yacht Club Costa Smeralda.
    Nell'ultima giornata, i percorsi prescelti dal Comitato di regata per gli Swan della Division 1 prevedevano, dopo un lato di disimpegno, il periplo in senso antiorario dell'Arcipelago di La Maddalena, per fare poi rientro al traguardo di Porto Cervo attraverso il Passo delle Bisce per un totale di circa 28 miglia. Per i soli Maxi Swan il rientro prevedeva, dopo il passaggio alla Secca di Tre Monti, la risalita all'isola dei Monaci doppiata la quale far rientro a Porto Cervo, per circa 34 miglia complessive.
    Particolarmente agguerrita la classe Maxi, dove primo e secondo hanno concluso a pari punti. La vittoria, per soli 13 secondi sul nuovissimo ClubSwan 80 My Song, ha permesso allo Swan 90 Freya, che si avvale alla tattica di Mike Toppa due volte vincitore dell'America's Cup, di imporsi in classifica generale davanti allo Swan 80 Plis-Play che ha dominato la prima parte della settimana. Entrambe le barche hanno collezionato due primi e due terzi posti, il regolamento in questi casi prevede che il vantaggio vada al concorrente con il miglior piazzamento nell'ultima prova. Il podio della classe Maxi vede dunque Freya di Donald Macpherson vincitrice su Plis-Play di Vincente Garcia Torres e My Song di Pier Luigi Loro Piana.
    Tra i Mini Maxi, lo Swan 601 Flow di Stephen Cucchiaro stravince con un poker di quattro primi su quattro prove disputate.
    Seguono con cinque punti di distacco lo Swan 601 Arobas di Gerard Logel e con sette punti lo Swan 601 Les Amis di Valter Pizzoli.
    Vertice di classifica corto per gli Swan classici Sparkman & Stephens, dove la vittoria odierna dallo Swan 38 Mascalzone Latino XXXIII permette a Vincenzo Onorato di imporsi per un punto sullo Swan 65 Shirlaf di Giuseppe Puttini, ieri secondo.
    Terzo posto, ma con otto punti di distacco dal secondo, per la barca più piccola della flotta, lo Swan 36 Josian di Eugenio Alphandery.
    Nella classe Swan Grand Prix c'è un dominatore assoluto, lo Swan 53 Crilia di Gerd Heinz e Christoph Stein, padre e figlio, che vince la Rolex Swan Cup con tre primi e un terzo posto parziali.
    Tra i ClubSwan 50 l'ottimo risultato ottenuto da Giuliana di Alberto Franchi, con Vasco Vascotto alla tattica, non le è bastato per salire sul podio finale, formato nell'ordine da Balthasar di Louis Balcaen con il neozelandese Hamish Pepper alla tattica, Stella Maris di August Schram con il brasiliano Robert Scheidt (vincitore di 5 medaglie olimpiche) alla tattica e Hatari di Marcus Brennecke.
    Tra i ClubSwan 36 c'è stata grande battaglia, in particolare tra i primi tre classificati, nell'ordine G Spot di Giangiacomo Serena di Lapigio, Farstar di Lorenzo Mondo e Mamao di Haakon Lorentzen. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie