Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

CRV-Progetto di inclusione sociale ragazzi con disabilità del Calcio Padova For Special

con il supporto del Padova Calcio, rappresentato dall’AD Bianchi

CONSIGLIO REGIONALE VENETO

(Arv) Venezia 1 dic. 2021 -  Alla vigilia della Giornata internazionale delle persone con disabilità, calendarizzata venerdì 3 dicembre, il Consiglio regionale del Veneto ha ospitato la presentazione del progetto di inclusione sociale dei ragazzi con diverse abilità, realizzato dal Calcio Padova For Special, società regolarmente iscritta alla FIGC, Divisione del Calcio Padova C5, con il supporto del Padova Calcio, rappresentato dal suo Amministratore Delegato, la dott.ssa Alessandra Bianchi.

L’evento è stato promosso dal consigliere regionale Luciano Sandonà (Lega/Liga Veneta), e da Davide Meneghini, consigliere comunale e vicepresidente della commissione Politiche Sportive e Giovanili di Padova che, con passione e determinazione, sta portando avanti da due anni questa importante iniziativa.

Luciano Sandonà ha espresso “grande soddisfazione e orgoglio per la presentazione a palazzo Ferro Fini, sede del Consiglio regionale, di questo grande progetto di inclusione supportato dal Calcio Padova, dal Calcio Padova C5 e dal Calcio Padova For Special, in occasione della Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità. Ringrazio l’Amministratore Delegato del Calcio Padova, Alessandra Bianchi, per essere intervenuta oggi, e il consigliere comunale di Padova Davide Meneghini, la vera anima di questa iniziativa. Porto i saluti del Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, dell’Assessore regionale alla Sanità e al Sociale, Manuela Lanzarin, dell’Assessore regionale allo Sport, Cristiano Corazzari”.

“Si tratta di un importante progetto che abbraccia il mondo della disabilità, con l’affiliazione di società sportive professionistiche, oggi rappresentate dal Padova Calcio – ha evidenziato il consigliere regionale - Ricordo che l’11 dicembre, a Verona, ci sarà il primo test match che vedrà protagonisti i colori biancoscudati. Spero che durante la prossima primavera diventi realtà il primo campionato veneto di calcio For Special. Faccio presente come il mondo della disabilità sta assumendo sempre più importanza nello sport, come testimoniato dalle Paralimpiadi che, partite in sordina, ora rivestono un ruolo fondamentale nello scenario olimpico internazionale. Mi auguro che la stessa crescita esponenziale possa essere conosciuta anche dal calcio For Special, tramite l’affiliazione con società professionistiche. D’altra parte, la nostra società civile si sta dimostrando sempre più attenta e sensibile nei confronti del mondo della disabilità e plaudo all’iniziativa del Calcio Padova che sta cercando di coinvolgere tanti ragazzi che hanno abilità diverse dalle nostre”.

“Credo che ora sia fondamentale dare la massima visibilità a iniziative come questa – ha concluso Luciano Sandonà – a cui spero possano aderire in massa le società professionistiche militanti in Serie A, B e C: lo sport è inclusione e fa stare meglio, non solo i ragazzi con disabilità che vengono coinvolti, ma anche quanti, con passione e spirito di gratuità, offrono il proprio tempo libero come volontari. Una formidabile terapia per vivere bene la vita di tutti i giorni”.

“Questo per noi è veramente un bel momento, come Calcio Padova, Calcio Padova C5 e Comune di Padova – ha ammesso il consigliere comunale della città euganea Davide Meneghini – Il 3 dicembre sarà la Giornata internazionale della disabilità 2021 e noi ci apprestiamo a iniziare il primo campionato paralimpico. Questo, solo dieci anni fa, era una cosa a cui nessuno avrebbe mai pensato, ma oggi credo che i temi dell’inclusione sociale siano sempre più attenzionati dall’opinione pubblica. Ringrazio il Consiglio regionale del Veneto, prestigiosa istituzione, e il consigliere regionale Sandonà, per averci ospitato e offerto una importante vetrina. Siamo stati i precursori di un progetto di inclusione di ragazzi con disabilità che mi auguro possa essere imitato da tante altre società venete. È frutto di un grande lavoro di squadra portato avanti negli ultimi anni, che ha coinvolto presidenti, dirigenti, allenatori ed accompagnatori. Ringrazio la FIGC e le istituzioni per averci appoggiato. Ricordo che l’11 dicembre, a Verona, i colori biancoscudati saranno protagonisti di alcuni test match con importanti compagini professionistiche, come l’Hellas Verona e la Feralpi Salò, oltre al Calcio Veneto, Bottagisio, ALA Autismo, Verso e Fuorigioco”.

L’Amministratore Delegato del Calcio Padova, dott.ssa Alessandra Bianchi, ha sottolineato: “Per noi è fondamentale portare avanti un dialogo e un confronto costanti con il territorio, che si sviluppano lungo diverse direttrici: una di queste è la Padova For Special. Una direttrice speciale, che attira e coinvolge nel calcio ragazzi speciali, offrendo loro la possibilità di divertirsi e praticare sport. Come Calcio Padova, grazie alla nostra Divisione del Calcio a Cinque, che ringrazio, supportiamo volentieri e diamo il nostro marchio a questo importante progetto che ha il merito di mostrare il vero volto del calcio. Da dirigente, spesso sono dispiaciuta nel constatare che attorno a questo sport bellissimo alberghino negatività, sospetti e pregiudizi. Credo invece che il calcio, suscitando passioni e regalando emozioni e divertimento, possa rappresentare un volano unico per coinvolgere le persone, che va però utilizzato in modo corretto. Tutte le società di calcio, non solo noi, sono molto attive nel dialogare con il territorio: abbiamo settori giovanili importanti che consentono ai ragazzi di condurre una vita sana. Non mi stancherò mai di sottolineare la straordinaria valenza sociale del calcio”.

“E l’11 dicembre avremo un importante test match, che mi auguro possa essere prodromico di un vero campionato che veda attori i ragazzi con disabilità. Spero e sono convinta che i nostri atleti sapranno mettere in campo tutte le loro energie per onorare la maglia e portare in alto i colori biancoscudati”.

Gennaro Simeoli, dirigente del Calcio Padova For Special, ha riconosciuto “il grande lavoro di squadra dietro a questo progetto che ha coinvolto tantissimi ragazzi, sotto l’egida della FIGC. Ringrazio il Calcio Padova che ci ha supportato con grande professionalità. Il test match dell’11 dicembre sarà, più che un punto di arrivo, una bella partenza per dare sempre più sostanza a un meraviglioso progetto che solo nel 2019 sembrava solo un sogno”.

Per Mattia Arisi, presidente del Calcio Padova C5, “Padova For Special è un progetto meraviglioso perché contribuisce ad abbattere le barriere sociali. Il mio ruolo è essenzialmente quello di organizzazione e coordinamento. Spero che questa iniziativa, anche grazie alla Regione del Veneto, possa avere ancora più visibilità, coinvolgendo tanti altri atleti con disabilità in un progetto di squadra che è espressione della padovanità. In Lombardia, ci sono già 38 squadre For Special. Sono convinto che anche in Veneto, nei prossimi anni, questa bella realtà possa crescere in modo significativo”.

Gianluca Caridà, educatore e accompagnatore della squadra, ha raccontato il suo “lavoro quotidiano sul campo, con ragazzi meravigliosi: tutto parte da un sogno, comune a molti di noi, giocare a calcio. Ma tutti assieme possiamo andare oltre il sogno, grazie ai grandi stimoli che ci animano. Il rischio è quello di concentrarci troppo sul limite: invece dobbiamo guardare oltre, grazie a idee visionarie e a un pizzico di follia che, almeno in questo campo, possono aiutarci”.

Era presente anche una delegazione di giocatori: Matteo Battiston, Marco Caporella, Caterina Cartisano e Mattia Levato, ragazzi visibilmente emozionati e felici di essere protagonisti attraverso il racconto toccante delle loro esperienze di vita e delle piccole grandi conquiste ottenute facendo squadra e rincorrendo un pallone su un campo verde, dove tutti, abili e diversamente abili, siamo uguali e uniti dalla stessa grande passione.

Ricordiamo anche il Team Manager della compagine, Mario de Leda.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale CONSIGLIO REGIONALE VENETO

Modifica consenso Cookie