PMI

  1. ANSA.it
  2. Pianeta Camere (di commercio)
  3. Nel 2020 in Basilicata +11,5% di reati reati informatici

Nel 2020 in Basilicata +11,5% di reati reati informatici

I dati diffusi dalla Camera di commercio lucana

(ANSA) - POTENZA, 30 DIC - Il Covid, "come è noto, ha trovato molte imprese e cittadini impreparati a gestire in sicurezza i propri dati online, per cui sono cresciuti - in Basilicata, così come in tutta Italia - i reati informatici". Tuttavia "l'impennata del 2020 rispetto al 2019 non è allarmante: si registra infatti un + 11,5%, con la regione che si piazza sestultima nella classifica nazionale; ben più evidente, invece, il salto in regioni come Veneto (+35,3%), Abruzzo (+29,7%) e Puglia (+26,7%)".
    È quanto emerge da una prima analisi del Centro Studi delle Camere di commercio Tagliacarne - diffusa dall'ufficio stampa della Camera di commercio della Basilicata - sull'andamento dei reati denunciati lo scorso anno "che vedono una crescita in Italia dei reati economici (+0,9%), tra cui spiccano, in particolare, i delitti informatici (+19,8%) e le truffe e frodi informatiche (+17%)".
    "A livello provinciale per livello di reati informatici (delitti, truffe e frodi informatiche) nel 2020 - è sottolineato nella nota - Potenza si piazza al 76° posto con 368,8 reati per 100.000 abitanti, mentre Matera è alla 92^ posizione con 344,6.
    Rispetto al 2019, Potenza registra un + 15,5% di reati informatici mentre Matera si assesta ad un + 5,2%". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie