Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Cristiani nel mondo
  4. Ucraina: Shevchuk ha incontrato ambasciatori presso S.Sede

Ucraina: Shevchuk ha incontrato ambasciatori presso S.Sede

Con diplomatici ha condiviso la situazione della sua terra

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 15 NOV - Il capo della Chiesa greco-cattolica ucraina, Sviatoslav Shevchuk, ha incontrato un gruppo di ambasciatori presso la Santa Sede e ha condiviso "una testimonianza sull'andamento della guerra in Ucraina, il servizio della Chiesa e delineato anche i passaggi necessari perché si arrivi ad una pace giusta di fronte all'aggressione russa", riferisce una nota.
    L'incontro si è svolto presso Palazzo della Rovere, alla presenza di una trentina di ambasciatori. All'incontro ha preso parte anche il cardinale Fernando Filoni, Gran maestro dell'Ordine del Santo Sepolcro.
    Mons. Sviatoslav "ha condiviso tragici dati della situazione umanitaria in Ucraina, delineando i diritti che vengono violati nel corso della guerra dalle forze della Russia, dal diritto alla vita alla sicurezza alle violazioni del diritto all'alloggio, all'assistenza sanitaria e all'istruzione" e "ha anche denunciato l'uso di armi proibite contro popolazione e obiettivi civili, la violazione del diritto alla libertà e la migrazione forzata di abitanti ucraini a seguito della guerra e anche la deportazione forzata della popolazione ucraina nella Federazione Russa". L'Arcivescovo maggiore della Chiesa greco-cattolica ucraina ha anche sottolineato la pericolosità dell'ideologia del "mondo russo", di cui - ha spiegato - il Patriarcato di Mosca si è fatto portavoce. Durante l'incontro, ha mostrato due brevi video, in cui si vede un sacerdote ortodosso, vestito nei paramenti liturgici usare un pezzo di artiglieria inneggiando alla guerra contro la Nato e un sacerdote che insegna ai soldati la preghiera per benedire i proiettili mentre questi vengono inseriti nel caricatore.
    Nonostante tutto, ha aggiunto Shevchuk, ci sono "segni di speranza". Per quanto riguarda le prospettive di pace e la vita dopo la fine di guerra, il Capo della Chiesa greco-cattolica ucraina ha detto che questa resta "una domanda aperta", e aggiunto che essa potrà avvenire solo dopo che verrà stabilita la verità sull'accaduto, la giustizia e la conversione dei cuori. "Ma di sicuro non sarà una strada facile".
    L'appuntamento con gli ambasciatori era l'ultimo di Shevchuk a Roma. In questa settimana, ha potuto incontrare Papa Francesco, il Papa emerito Benedetto XVI, il prefetto del Dicastero per la Promozione dell'Unità dei Cristiani cardinale Kurt Koch, il prefetto del Dicastero per le Chiese Orientali cardinale Leonardo Sandri, il segretario di Stato cardinale Pietro Parolin, il segretario vaticano per i rapporti con gli Stati arcivescovo Paul Richard Gallagher. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie