Oltretevere

Mali: Acs, liberato sacerdote rapito da jihadisti

Rilasciato nei pressi di Bandiagara, 'trattenuto da jihadisti'

(ANSA) - CITTA DEL VATICANO, 14 LUG - La fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre riferisce che è stato liberato don Leon Douyon, sacerdote cattolico di Ségué nella regione di Mopti in Mali. In un messaggio ricevuto da Acs mons.
    Jean-Baptiste Tiama, vescovo di Mopti, ha espresso la sua gioia per la notizia: "Il nostro fratello Léon Douyon era separato, lontano da noi. E' tornato fra noi e ne siamo molto contenti".
    Don Leon era stato rapito il 21 giugno insieme a quattro fedeli sulla strada che da Ségué porta a San, mentre si recavano a un funerale. Quattro degli ostaggi sono stati rilasciati dopo poche ore, ma il sacerdote era stato trattenuto dai jihadisti.
    Mons. Tiama ha ringraziato "tutti i conoscenti e gli sconosciuti che hanno contribuito alla sua liberazione". Padre Léon è stato rilasciato nei pressi di Bandiagara. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie