Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Chiesa in Italia
  4. Governo: p. Occhetta, politica rinasca dalla responsabilità

Governo: p. Occhetta, politica rinasca dalla responsabilità

Gesuita, dire 'no' a Draghi è dire 'no' anche a Mattarella

(ANSA) - ROMA, 17 LUG - La politica italiana è chiamata ad una assunzione di "responsabilità". Lo sottolinea padre Francesco Occhetta, gesuita, esperto di politica italiana, in un editoriale sul portale di Comunità di Connessioni. "Il sistema politico - esordisce Occhetta - è di nuovo imploso. Questa volta si è sgretolata la colonna della responsabilità, l'architrave del tempio della democrazia liberale". Per il religioso "la scelta politica di Conte rappresenta uno 'scacco al Re' al Presidente Mattarella".
    C'è una parola che ricorre nei commenti sui media di tutto il mondo, a proposito della crisi politica italiana, ed è "responsabilità".
    "Ciò che è accaduto non deve stupire: è riemersa una cultura populista che in molti hanno alimentato nei media e nei social, oppure hanno omesso di contrastare" e "così, in questo 'eterno presente', è stato possibile essere prima populisti e poi europeisti; filo-russi e, poco dopo, favorevoli alla Nato; statalisti e poi liberali; alleati della destra e poi della sinistra". Riprendendo il pensiero di Hannah Arendt, Occhetta chiede: "Quando la classe politica non aiuta a distinguere le vere parole politiche dalle bufale, la solidarietà dalla complicità, il costruire dal distruggere, chi restituirà la speranza di capire e la chiarezza per decidere?".
    "Il Paese si trova al bivio di una scelta di sistema, il paradigma politico attuale può essere rianimato ma non più rivitalizzato. Un nuovo paradigma politico possibile può nascere dai temi del Pontificato di Francesco che, dall'ambiente alla ricostruzione dei legami sociali, offrono un orizzonte politico di grande respiro. Occorre però scegliere se continuare a guardare all'Occidente e all'Europa dei popoli oppure all'Oriente. Se non si sceglierà, infatti, si verrà scelti".
    In questo momento "dire 'no' a un Governo Draghi, o scegliere di terminare la legislatura, significherebbe - sottolinea padre Occhetta - dire 'no' anche al Presidente Mattarella, eletto da tutte le forze politiche eccetto Fratelli d'Italia. La scelta del Presidente Mattarella di chiedere al Parlamento di dibattere la crisi aiuterà a capire la responsabilità delle singole forze politiche". "La responsabilità politica si rigenera da generazione in generazione solamente attraverso la formazione e la preparazione di nuove classi dirigenti. Questa omissione finisce per pesare anche sulla crisi attuale che, prima di essere politica, è una crisi sociale e antropologica", conclude.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie