Ascani: 'Il piano transizione 4.0 può essere migliorato'

Formazione è cruciale e vanno potenziati i competence center

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 26 OTT - "Il programma Transizione 4.0, che ha ereditato e rafforzato le caratteristiche di Industria 4.0 e Impresa 4.0, può essere ulteriormente migliorato. A quel programma sono destinati 14 miliardi che non possiamo dedicare solo all'acquisto di nuova tecnologia, ma anche alla formazione di nuove competenze e ai servizi legati alle nuove tecnologie". Lo afferma la sottosegretaria allo Sviluppo economico, Anna Ascani, intervenendo in video collegamento alla presentazione dell'Assintel Report 2021. Alla luce del Next Generation Eu e del Pnrr, che rappresentano "un'occasione irripetibile", il ruolo del governo è " accompagnare le transizioni in atto come quella digitale, sia attraverso le infrastrutture sia attraverso programmi pensati per l'evoluzione dei modelli di business specifici, in particolare dedicati alle pmi", sostiene Ascani. In questo scenario "diventano centrali gli strumenti che già esistono, ma che vanno potenziati, in particolare, i competence center". Nati come luoghi in cui il sistema della ricerca e dell'impresa si parlano, in modo che la tecnologia venga trasferita al mondo dell'impresa, questi otto centri devono diventare "punti di riferimento veri per l'impresa". Altro punto chiave è la "formazione delle competenze, perché questo è un problema enorme e c'è bisogno di uno sforzo comune", sostiene Ascani, evidenziando anche l'importanza degli Its. "E' importantissimo che il presidente Draghi sia andato nell'Its di Bari per far conoscere il ruolo di questi istituti, spesso poco conosciuti, che producono occupazione per oltre il 90% dei loro studenti e sono in grado di formare competenze medio alte in un tempo relativamente breve". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: