Satispay diventa un 'unicorno', vale oltre 1 miliardo

Nuovi investimenti per 320 milioni, entra il fondo Usa Addition

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 28 SET - Satispay è ora un 'unicorno': la sua valutazione di mercato ha superato 1 miliardo di euro grazie alla raccolta di altri 320 milioni di euro di investimenti. Con questo nuovo round - annuncia il co-fondatore e ceo Alberto Dalmasso - entra Addition, il fondo americano di Lee Fixel, come lead investor. Greyhound Capital, tra gli altri azionisti dal 2018, segue e incrementa la propria quota nella società. Al loro fianco, tra gli altri, ci sono poi, tutti entrati nel 2021, Coatue, Lightrock1, Block Inc.2, Tencent e Mediolanum Gestione Fondi SGR. Il lavoro è tanto anche per far crescere Satispay nel suo 'core' business: "vogliamo estenderlo ai minorenni, ai professionisti, andare oltre al prepagato. Il focus - spiega la sua visione Dalmasso - è rendere Satispay, lo strumento di pagamento più completo". Nemmeno il 'breakeven' è un paletto perchè, fa intendere Dalmasso, l'asticella viene continuamente spostata più avanti. "Sappiamo quale dimensione ci serve per essere profittevoli ma noi non vogliamo un'azienda con un piccolo ebitda" e per ora ha preferito investire sulla crescita "senza fretta sul break even". "Ma lavoreremo sull'efficienza, in un paio d'anni vogliamo raddoppiare il ritmo di crescita. E nei prossimi tre anni definiremo se assestarci o crescere ancora". Dalmasso infine, sollecitato sulle attese sul prossimo Governo ripete quello che aveva sottoposto anche al precedente esecutivo: "chiediamo di trattare tutti gli strumenti di pagamento in modo equo. È zoppa la legge sull'obbligo pos del 2015, le sanzioni agli esercenti non funzionano e l'unica norma parla di obbligo carte: secondo noi bisognerebbe parlare in generale di pagamenti elettronici". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA