Expo Dubai 2020

Expo Dubai

Il Padiglione Italia tra storia e futuro

Il rendering del Padiglione Italia © Ansa

Interpretando il tema generale di Expo Dubai "Connettere le menti, generare il futuro", il Padiglione Italia, disegnato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&MIngegneria, propone un percorso espositivo caratterizzato da installazioni dimostrative dell'innovazione e della sostenibilita' oltre che centinaia di iniziative per le quali sono stati creati 10 diversi format. 

Il padiglione, che si estende su una superficie di 3.500 metri quadri e con un'altezza di quasi 27 metri, si basa su un approccio circolare all'architettura, con gli scafi di tre imbarcazioni convertiti nel tetto dell'area espositiva per la durata dell'Expo. Il progetto mira a integrare materiali sostenibili - come bucce d'arancia, fondi di caffe', funghi e plastica riciclata raccolta anche nell'Oceano - utilizzati in modo innovativo come elementi di costruzione. A Expo 2020 Dubai l'Italia promuovera' , con 70 partner istituzionali, oltre 50 imprese sponsor, 15 Regioni e 30 Universita' aderenti, un vasto programma di forum multilaterali e dialoghi di alto livello che permetteranno di analizzare le sfide piu' pressanti dell'umanita' , indicando soluzioni per generare crescita, innovazione e collaborazione internazionale.

Dal clima allo spazio, dallo sviluppo urbano alla promozione del dialogo interculturale, fino alle sfide dell'innovazione e della digitalizzazione nella salute, nell'agricoltura e nella blue economy: il Programma dei forum multilaterali riunira' attorno a questi temi cruciali policy-maker di alto livello, esperti internazionali, giovani studenti, rappresentati del mondo business per evidenziare il contributo dell'Italia allo sviluppo di nuovi modelli collaborativi sui grandi temi dell'Agenda 2030 dell'ONU.

Un focus speciale sara' poi dedicato al clima e ai suoi effetti su una citta' come Venezia. Durante la prima delle settimane tematiche di Expo Dubai, che e' incentrata su "Cambiamento climatico e Biodiversita' ", presso il Padiglione Italia il tema sara' sviluppato con molte iniziative dedicate a Venezia quale laboratorio locale e modello internazionale per il contrasto agli effetti dei cambiamenti climatici e la promozione di processi innovativi di transizione ambientale, innovazione culturale e sociale. E sempre nella prima settimana il Padiglione Italia promuovera' anche iniziative multilaterali dedicate al legame tra clima e transizione energetica, allo sviluppo di modelli di economia circolare a tutela della biodiversita' degli ecosistemi.

Infine, le bellezze artistiche e paesaggistiche delle 15 Regioni partecipanti (il piu' alto numero che l'Italia abbia mai portato ad un'Esposizione Universale all'estero) e le eccellenze del Saper Fare degli artigiani e delle aziende manifatturiere che il mondo identifica con il Made in Italy saranno testimoniate in un film girato dal regista Gabriele Salvatores.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA