DIRETTA EUROPEI

Risultato finale
Italia4
3Inghilterra

Robertson, da senza lavoro a eroe

Il giocatore del Liverpool è fra i più attesi sui campi del torneo Uefa

Redazione ANSA Scozia

Dalla Third Division alla Champions League e la qualificazione agli Europei conquistata con la mglia della Scozia, indossando la fascia di capitano.
E' l'esaltante parabola calcistica di Andrew Robertson, diventato uno dei migliori terzini sinistri del mondo e che, nel Liverpool, ha continuato la tradizione dei grandi scozzesi, come Bill Shankly, Graeme Souness e Kenny Dalglish. Robertson, inoltre, può essere impiegato come esterno di centrocampo, viste le sue spiccate doti offensive. Contro la Serbia ha vissuto un'altra notte da sogno, riportando la Scozia in un grande torneo calcistico, un'altra grande soddisfazione dopo aver vinto, nel giro di un paio di stagioni, sia la Champions League (al Liverpool non ccadeva da decenni) e la anche prestiogiosa Premier League.
Quella di questo giocatore è una storia di speranze, sogni e battaglie dopo che, nel 2012, era stato sul punto di lasciare il calcio. Era stata troppo forte la delusione di doversene andare dal Celtic di Glasgow, che non lo aveva confermato nelle giovanili, dove Robertson era arrivato da bambino, all'età di 9 anni, fino allo svincolo a 15 anni.
Sembrava che per lui il calcio dovesse diventare un semplice passatempo da praticare nel Queen's Park di Glasgow, club della Quarta Serie locale, e ciò che contava era dover trovare un lavoro vero per tirare avanti: di soldi in tasca ce n'erano pochi. Andrew lo aveva cercato di persona e tramite Twitter, nulla da fare, ma poi, come in una favola, ecco la svolta con il Dundee United che decide di puntare su questo terzino che brilla in serie D e lo acquista. 44 partite e 5 gol con la sua nuova squadra fanno sì che di lui si accorgano in Inghilterra, e arriva la chiamata dell'Hull City.
Qui si mette ancora in evidenza, al punto da meritare le attenzioni del Liverpool che, nel 2017, lo acquista per otto milioni. E' un sogno che si avvera e l'inizio di una storia di vittorie che, Andy ne è certo, non è finita. Ma adesso c'è anche, e soprattutto, la soddisfazione di guidare la Scozia, da capitano, all'Europeo. Juergen Klopp gli ha trasmesso una dimensione, facendolo diventare un calciatore di livello mondiale e mettendolo nelle condizione di esprimersi al massimo. Insomma, a forze di corse e giocate sulla fascia, Robertson è diventato un calciatore da prima pagina, e a lui si aggrappa la 'Tartan Army' per coltivare un sogno che quanto proibito sarà solo il campo a dirlo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie