Effetto ripresa sulle emissioni, +18% nel secondo trimestre 2021

Ma calo su 10 anni. Primo dataset di Eurostat su base trimestrale

Redazione ANSA

BRUXELLES - Nonostante l'effetto della ripresa economica tra il secondo trimestre del 2020 e il 2021, l'andamento a lungo termine delle emissioni di gas serra dell'Ue mostra una costante riduzione. Emerge da un nuovo dataset realizzato da Eurostat, che per la prima volta include stime delle emissioni di gas serra dell'Ue per attività economica, che coprono tutti i trimestri dal 2010 fino al secondo trimestre del 2021.

Per effetto della ripresa economica, le emissioni di gas serra nel secondo trimestre del 2021 sono aumentate del 18% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente e in tutti i settori. Le emissioni del riscaldamento domestico sono aumentate del 42%, del 25% per i trasporti, del 22% per manifattura ed edilizia, i servizi di trasporto del 18%, la fornitura di energia elettrica del 17% e i servizi diversi dai trasporti del 13%.

Le emissioni del settore agricolo sono rimaste pressoché invariate (+0,2%). I dati più recenti stabiliti su base annuale, secondo le regole della Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, mostrano che nel 2020 le emissioni domestiche di gas serra dell'Ue a 27 sono diminuite del 31% rispetto ai livelli del 1990.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: