Enti locali, tagliare fondi Ue a Stati con politiche anti-Lgbt

Più sostegno invece a programmi per l'uguaglianza e la diversità

Redazione ANSA

BRUXELLES - Tagliare i fondi Ue ai governi che promuovono politiche anti-Lgbt. È l'appello degli enti locali, che oggi hanno adottato un parere su questo tema durante la plenaria del Comitato europeo delle regioni. I rappresentanti di Regioni e città ritengono che i fondi europei non dovrebbero essere concessi dove vigono meccanismi di discriminazione strutturale: al contrario, servirebbe un maggiore sostegno finanziario ai programmi per l'uguaglianza e la diversità a livello locale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie