Via libera del Parlamento a strategia sulla pesca più moderna e sostenibile

Ong: grande passo avanti restrizioni a strascico

Redazione ANSA

BRUXELLES - Maggiori investimenti nella pesca moderna e sostenibile e limitare l'impatto ambientale, con una maggiore produzione di alghe per catturare l'anidride carbonica, la raccolta dei rifiuti marini e un maggiore utilizzo di tecniche di pesca meno dannose, nonché il divieto della pesca a strascico in alcune aree marine protette, che potrebbero invertire la perdita di biodiversità e potrebbe contribuire alla conservazione degli ecosistemi marini.

Sono gli elementi principali del testo approvato a larghissima maggioranza dalla plenaria dell'Europarlamento sulla Strategia dell'Ue per un'economia blu sostenibile. Positiva la reazione delle Ong europee come Oceana e Seas at risk, che definiscono il voto "un passo importante per la protezione degli oceani e del clima, con emendamenti che invitano l'Unione europea a vietare attività come la pesca a strascico nelle aree marine protette".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie