Al via a Narni il Festival della sociologia

Da giovedì a sabato 100 ospiti, edizione dedicata a Sgritta

Redazione ANSA NARNI

(ANSA) - NARNI, 05 OTT - Più di 100 ospiti e due lectio magistralis, la prima del presidente del Censis, Giuseppe De Rita, la seconda del presidente Acri, Francesco Profumo: torna a Narni, da giovedì a sabato, il Festival della sociologia.
    Dialogare, confrontarsi e immaginare una "next society" l'obiettivo dell'edizione 2020, dedicata al sociologo dell'inclusione Giovanni Battista Sgritta. "Natura, Cultura, Politica" gli assi tematici del festival, con un importante spazio anche al ripensamento della scuola e dell'università dopo la pandemia. Molti i panel con ospiti di rilievo che si confronteranno in conversazioni sociologiche su come governare le tecnologie emergenti, sulla robotica - con special guest il social robot Nao capace di cogliere le emozioni -, lo smart working, le voci di donne rifugiate, l'identità sessuale, la parità di genere, la religione e la comunicazione.
    Presenti Alessandro Cavalli, Mario Morcellini, Francesco Giorgino, Paolo Dario, Maria Carmela Agodi, Franco Di Mare, Annamaria Rufino, Paolo de Nardis, Carla Collicelli, Roberto Cipriani, Paola Borgna, Franco Ferrarotti, Paolo Jedlowski, Ercole Giap Parini, Raffaele De Giorgi, Chiara Saraceno, Ambrogio Santambrogio. Si ripropone in questo sesto anno di rassegna la sezione Libriinfestival con presentazioni di libri e la consegna del VI Premio per la sociologia Vilfredo Pareto.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie