Floricoltura: Sanremo, contrattazioni record 1/o quadrimestre

Ramoino, nostro prodotto cresciuto in qualità

Redazione ANSA SANREMO

Contrattazioni record all'asta del mercato dei Fiori di Sanremo si sono registrate nei primi quattro mesi del 2021 con un volume d'affari pari a 7milioni 822mila euro. Lo ha riferito stamani, Tiziana Ramoino, consigliere di amministrazione di Amaie Energia e Servizi che gestisce la struttura commerciale, alla presentazione del bilancio consuntivo del 2020 del nuovo cda e dei progetti futuri della multiutility. "Un record rispetto ai 6,84 milioni del 2020 e ai 7,18 milioni del 2019" fa notare Ramoino. Un boom che trova riscontro da una parte nelle difficoltà dei Paesi sudamericani nell'esportazione dei loro prodotti, a causa delle spese molto elevate; dall'altra nella consapevolezza che il nostro prodotto è cresciuto anche nell'aspetto qualitativo e alcuni fiori, come le peonie, hanno quasi raddoppiato il prezzo di acquisto".

Valori molto alti riguardano anche il volume d'affari rapportato alla stagionalità tra novembre 2020 e maggio 2021, con un volume di negoziato pari a 9milioni e 333mila euro. Lo steso periodo del biennio 2019/2020 si era chiuso con 6 mln mentre nel biennio 2018/2019 ammontava a 6,6 mln e nel 2017/2018 era di 7,1 mln.

Nel corso dell'incontro è anche emerso che sono circa 250 gli operatori che si rivolgono al mercato di Sanremo.

Il presidente di Amaie Energia, Andrea Gorlero, ha annunciato investimenti per 9-10 milioni sul mercato, che inizieranno a decollare dopo la firma della concessione "speriamo trentennale", ha detto, tra Amaie e il Comune di Sanremo. Al momento, infatti, la concessione è solo temporanea fino al 31 ottobre 2021. "Ogni anno - ha affermato Gorlero - paghiamo al Comune 350 mila euro di canone sotto forma di altrettanti lavori sulla struttura". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie