ANSAcom
ANSAcom

Giornata mondiale lotta a Sla, un video racconta storia Aldo

Presentato "I giorni alla finestra", un visual poem dell'Aisla

San Cataldo ANSAcom

Ha aperto le celebrazioni della Giornata Mondiale della lotta alla Sla la presentazione del visual poem “I giorni alla finestra”, che racconta il viaggio onirico e di immaginazione che un malato vive grazie alla finestra della sua stanza. Il video dedicato ad Aldo, ex corridore siciliano morto di Sla, ma anche ad Aisla, l’Associazione che si occupa dei malati di Sclerosi Laterale Amiotrofica, è stato proiettato in prima visione ieri sera alle Tenute Lombardo di San Cataldo in Sicilia ed è da oggi disponibile su youtbe.

Il soggetto è tratto dal racconto breve racconto edito da il Saggiatore, scritto dall’autrice siciliana Gabriella Sardo. Dal suo letto ad ogni risveglio Aldo provava a volare oltre la cornice di quella finestra, abbandonandosi ai ricordi lunghi di una vita, perdendosi nei racconti della moglie, cercando di lasciare i confini ristretti del suo corpo che non collaborava più per la malattia. Ed eccolo correre con gli amici da bambino, con la ragazza che ha amato per tutta la vita. Un viaggio, una grande corsa verso la sua maratona ed il gruppo di amici che per lui, tutt’oggi, continuano a correre. Davide La Paglia, referente Aisla Caltanissetta ricorda l’amicizia con Aldo: “L'ho conosciuto quando insieme alla moglie sono venuti nella nostra casa. Era all’inizio della sua malattia. Io già allora avevo la Sla da diversi anni e si è instaurato un bel rapporto di amicizia. Ci accomunava non solo la patologia ma l’essere stati entrambi degli sportivi. E lo sport ti dà quella marcia in più, ti forma, ti dà quella disciplina e quella voglia di combattere e di lottare a tal punto di voler sempre vincere, a testa alta. Così come nello sport, anche nella vita ed in questo duro percorso di malattia ci siamo incontrati. Oggi sono contento di essere qui per onorare la sua memoria insieme alla sua splendida famiglia”. Il visual poem è una produzione “Yes in Sicily”, una realtà nata dall’idea di un gruppo di amici con esperienze artistiche diverse come il videomaking, il teatro, la fotografia, la scrittura per parlare della Sicilia in modo diverso, attraverso visual stories in cui raccontano luoghi, tradizioni e storie.

“Volevamo trattare questo tema senza mai citare la malattia. È stata una sfida difficile ma che è venuta spontanea seguendo le parole di Gabriella, i cui testi sono il soggetto del visual poem. Le abbiamo voluto dare un ruolo importante nella clip: Gabriella interpreta la moglie di Aldo, colei che apre la finestra insieme a Giorgio. Il testo scinde dalla sceneggiatura come a prendere una forma a sé. Aprire la finestra significa andare oltre, superare la barriera, capovolgere gli schemi. Ed è anche in questo senso che, con Vincenzo Amico, Vitale Vancheri, Massimo Palmigiano e tutti gli amici Yes in Sicily abbiamo scoperto un’emotività intensa, profonda"- commenta il regista Giuseppe Palmeri. Realizzato in sinergia con il L'@boratorio teatrale del C.G.S. Don Bosco San Cataldo e Massimo Palmigiano pics&clips, il visual poem custodisce una curiosità: il bambino che corre è Giorgio Falzone, il nipote di Aldo. Per Fulvia Massimelli e Michele La Pusata, rispettivamente presidente e vice presidente nazionale Aisla, “non poteva esserci occasione migliore per iniziare le celebrazioni della Giornata Mondiale della lotta alla Sla. Oggi abbiamo vissuto grandi emozioni. I Giorni alla Finestra è una storia per conoscerci e riconoscerci. Quella di Aldo è una corsa che Aisla continuerà a fare fino ad arrivare, speriamo il prima possibile, a voltare pagina ed iniziare finalmente a scriverne una nuova per la storia della malattia”.

In collaborazione con:
Aisla

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie