Bentley Batur, che idea testare design gratificando i Vip

Solo 18 esemplari tutti già prenotati che anticipano future Bev

Redazione ANSA ROMA

Una idea geniale quella di Bentley, cioè trasformare un investimento 'a perdere' (costruire delle show car, organizzare dei clinic test con i proprietari e i potenziali clenti) in una fonte di utili che, in quanto frutto di prevendite, sono più certi.
    Una operazione realizzata attraverso la nuova coupé Batur e con cui l'azienda del Gruppo Volkswagen presenta in anteprima un nuovo linguaggio di design della marca, evoluzione del Dna estetico - si legge nella nota - che mostra la direzione per le future Bentley Bev.
    La Casa di Crewe lo fa ripetendo una precedente operazione di successo (la convertibile Bacalar) e preparandosi ad incassare la bellezza di 30 milioni di sterline (quasi 36 milioni di euro) attraverso la prevendita dei 18 esemplari della coupé Batur ad altrettanti appassionati collezionisti già clienti Mulliner. Le consegne, per un costo unitario di 1,65 milioni di sterline tasse ed optional esclusi, inizieranno a metà 2023.
   

Per la presentazione, a cui sono stati naturalmente invitati tutti gli acquirenti, Bentley ha scelto la Monterey Car Week - ormai una abitudine - in un contesto che da diversi anni unisce la esclusività di una villa privata alla opulenza delle proposte di personalizzazione e della gamma della Casa di Crewe. Il reveal della Batur è avvenuto durante il Signature Party davanti a diverse centinaia di ospiti la sera di sabato 20 agosto.
    La nuova coupé gran turismo a due porte è anche la Bentley più potente di sempre, con una versione da oltre 740 Cv e 1.000 Nm di coppia dell'iconico W12 biturbo benzina da 6,0 litri assemblato a mano. Un motore diventato celebre per potenza, coppia e raffinatezza di funzionamento che in Batur sarà abbinato al telaio Bentley più avanzato di sempre, con sospensioni pneumatiche ottimizzate per la velocità, controllo antirollio attivo elettrico, eLSD, quattro ruote sterzanti e torque vectoring.
    "Batur è un'auto significativa per Bentley, molto più che l'erede della barchetta di grande successo Bacalar - ha commentato Adrian Hallmark presidente e Ad di Bentley - Batur mostra la direzione del design che stiamo prendendo in futuro mentre sviluppiamo la nostra gamma di Bev. Andi Mindt e il suo team hanno reinventato i classici spunti di design Bentley in un design più forte e audace che rimane sia elegante che aggraziato".
    Nel ricordare che "sotto il bellissimo esterno si nasconde il motore più potente che abbiamo mai sviluppato" Hallmark ha detto che "il nostro W12 è senza dubbio il motore automobilistico a dodici cilindri di maggior successo nella storia e, mentre si avvicina al suo ritiro per far posto a futuri ibridi e Bev, vogliamo celebrare i suoi risultati".
    Ispirato dal successo del design di Bacalar lo spazio interno di Batur è progettato per la massima personalizzazione e aggiunge nuove caratteristiche di lusso sostenibile. I clienti possono scegliere tra una varietà di materiali come pelle naturale a basso impatto di CO2 (proviene dalla Scozia, con trasporti significativamente più brevi rispetto a quelle d'importazione) o pelle conciata sostenibile dall'Italia, in cinque diversi colori o, ancora, in Dinamica, un materiale sostenibile simile alla pelle scamosciata alternativo alla pelle. Anche la gamma dei pannelli interni per plancia e porte include un nuovo composito in fibra naturale, con un'alternativa sostenibile alla fibra di carbonio. Disponibile come trama twill 2x2 e rifinito in lacca satinata e può essere rifinito - davanti al passeggero - con l'incisione della firma sonora (unica) del motore W12 di quell'esemplare. Visti il prezzo e l'esclusività non può mancare un dettaglio davvero prezioso, la corona del pulsante di avviamento stampata in 3D utilizzando oro 18K.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie