Jaguar F-Pace, la Edition 1988 celebra velocità di Le Mans

Edizione limitata ispirata al successo in pista della XJR-9 LM

Redazione ANSA MILANO

Una nuova edizione in serie limitata per Jaguar F-Pace che riporta in scena il mito di Le Mans. Si chiama infatti Edition 1988 la speciale F-Pace SVR che la casa inglese del 'giaguaro' ha deciso di produrre in serie limitata di 394 esemplari, esattamente come il numero di giri della storica competizione. La F-Pace SVR Edition 1988 è anche il primo modello ad edizione limitata del SUV Jaguar ispirato alle competizioni di Le Mans ed è nato dalla 'matita' degli esperti di personalizzazioni della divisione SV Bespoke.

In particolare, la nuova edizione limitata si ispira alla Jaguar XJR-9 LM vincitrice alla 24 Ore di Le Mans nel 1988. Fra i dettagli stilistici che traggono ispirazione proprio dalla tradizione sportiva Jaguar ci sono anche la carrozzeria in tinta Midnight Amethyst Gloss, i cerchi in lega forgiata Champagne Gold Satin da 22 pollici, elementi esterni ed interni Sunset Gold Satin e una speciale grafica personalizzata 'One of 394' ideata dalla divisione SV Bespoke. "Il design della F-Pace SVR Edition 1988 - ha commentato Richard Woolley, Jaguar Creative Director della Special Vehicle Operations - trae ispirazione dalle leggendarie auto da corsa Jaguar per le gare di endurance.

La vernice Midnight Amethyst Gloss appare nera fino al momento in cui la luce del sole non rivela le sue sfumature color ametista, che esaltano il dinamico aspetto esteriore della SVR. Per ottenere questa straordinaria finitura Ultra Metallic Gloss, abbiamo vagliato oltre 40 differenti varianti per arrivare alla definizione della profondità cromatica che desideravamo". La F-Pace SVR è il modello più performante dell’intera gamma SUV Jaguar. Alimentata esclusivamente dal propulsore Jaguar 5.0 litri V8 sovralimentato da 550 CV, la vettura è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi e di raggiungere una velocità massima di 286 km/h.

La XJR-9 LM Group C, con monoscocca in fibra di carbonio e motore V12 ha ottenuto la sesta delle sette vittorie complessive di Jaguar alla leggendaria 24 Ore di Le Mans. In precedenza, le vittorie erano arrivate grazie alle sportive C-type e D-type nel 1951, 1953, 1955, 1956 e 1957. Successivamente, una Jaguar XJR-12 avrebbe ancora vinto a Le Mans nel 1990. L’auto vincitrice nel 1988 era stata guidata da Andy Wallace, Johnny Dumfries e Jan Lammers che, nelle 24 ore, percorsero 3.313,5 miglia in 394 giri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie