Bmw X2 xDrive 25e, bello poter unire benzina ed elettrico

Propulsione plug-in e trazione integrale per viaggi al top

Andrea Silvuni LIDO DI VENEZIA

 Nell'attuale gamma Bmw lo sports activity coupé (Sac) ibrido plug-in X2 xDrive 25e s'identifica forse meglio di ogni altro modello con la filosofia Power of Choice, cioè con la libertà che la Casa di Monaco concede ai propri clienti di scegliere il sistema propulsivo più gradito e più utile per soddisfare le esigenze di mobilità.


    Addirittura nella gamma dell'X2 Bmw si spinge ad affiancare al'xDrive 25e oggetto del nostro test (che unisce un 3 cilindri 1.5 con un motore elettrico da 90 Cv e con una batteria da 10,0 kWh) anche altre versioni benzina ( X2 sDrive 18i, X2 sDrive 20i e perfino X2 M35i da 306 Cv) e a gasolio (X2 xDrive 20d, X2 sDrive16d, X2 sDrive20d, X2 sDrive 18d e X2 xDrive 18d) per un ventaglio di soluzioni davvero unico.
    La combinazione, nella versione scelta per la consueta prova su lunga percorrenza di Ansa Motori, tra un moderno propulsore turbo benzina di piccola cilindrata, un motore elettrico di grande potenza (70 kW) e una batteria altrettanto 'capace' (10 kWh nominali) offre probabilmente il massimo vantaggio per l'utente, con un consumo di carburante omologato WLTP di soli 1,9 l/100 km e un consumo di energia di 13,7 kWh/100 km; con emissioni di CO2 omologate di 43 g/km e soprattutto con la possibilità di muoversi in modalità 100% elettrica per 57 km (anche questo è il dato omologato).
    In più, va sottolineato, questo moderno sports activity coupé propone di serie la trazione integrale xDrive, che viene realizzata però elettricamente in quanto le ruote anteriori sono spinte dal 3 cilindri a benzina e quelle posteriore dal potente motore elettrico.
    Come abbiamo costantemente utilizzato nel corso della prova, il migliore rendimento energetico si ottiene sfruttando - anche manualmente e più volte nel corso di un viaggio - le opportunità di scelta della modalità di guida elettrica. Nell'impostazione standard Auto eDrive, il sistema 'intelligente' garantisce un'interazione ottimale tra le due unità propulsive in tutte le situazioni di traffico, di strada e di andatura. L'autonomia, sommando serbatoio della benzina e batteria, supera i 500 km.
    La modalità Max eDrive - come dice la denominazione - va attivata per sfruttare al massimo la trazione elettrica anche in autostrada perché questa funzionalità è attiva fino a 135 km/h.
    Infine la modalità Save Battery permette di conservare la capacità della batteria per poi passare al 100% elettrico ad esempio durante la guida in un centro urbano.
    A tutto questo, evidentemente, si aggiungono la sicurezza data dalle 4 ruote motrici con gestione istantanea della distribuzione della coppia anche in condizioni 'difficili' (come la pioggia a cui ci siamo abituati anche d'estate) e naturalmente la neve nella stagione invernale. Il sistema arriva al limite di una ripartizione della potenza tra anteriore e posteriore del 57-43%, ed è sicuramente 'piacevole' sentirsi spingere dalle ruote posteriori quando l'auto si muove in modalità 100% a batteria.
    Il 3 cilindri turbo benzina e il motore elettrico producono una potenza di sistema di ben 220 Cv con 385 Nm di coppia massima permettendo al 'Sac' X2 xDrive 25e di scattare da fermo a 100 km/h in 6,8 secondi e raggiungere - dove non esistono limiti - i 195 km/h. Il comportamento risente evidentemente del maggiore peso (circa 300 kg rispetto ad una analoga versione solo benzina) ma l'assetto più basso di 10 mm e la posizione più bassa del baricentro rendono più sportivo il comportamento in curva.
    Da notare che l'ampia gamma di soluzioni Bmw Charging aumenta le opportunità non solo per muoversi nella maggior parte degli spostamenti a livello locale con il solo motore elettrico (la Wallbox opzionale consente la ricarica completa in 3,2 ore) ma anche nei lunghi viaggi. Pochi minuti, con la Bmw Charging Card e le colonnine pubbliche, permettono di aggiungere 100-150 km a zero emissioni in un tipico spostamento da week end o per le vacanze, con un discreto vantaggio anche per il portafogli.
    Dato che la batteria è sistemata sotto al sedile posteriore, lo spazio per i bagagli resta sufficiente con lo schienale in posizione (410 ltri) e - grazie all'apposto vano sotto il piano che viene dedicato ai cavi - non è soprattutto condizionato dalle sacche per i cablaggi come in molti altri modelli. E se serve si arriva a 1.290 grazie alla ripartizione 40:20:40 del divano posteriore. Bmw propone lo sports activity coupé xDrive 25e negli allestimenti Advantage, Business X, M Sport, M Sport X e M Mesh Edition con prezzi che vanno da 48.320 a 54.670 euro, naturalmente senza tener conto di eventuali incentivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie