Auto propria o car sharing? il confronto dei costi

Grazie al "Simulatore di risparmio Zity"

Redazione ANSA ROMA

Conviene acquistare un'auto nuova o utilizzare i servizi di car-sharing? È la domanda che si pongono molte persone che utilizzano l'auto solo occasionalmente, soprattutto in un periodo come questo in cui può risultare troppo oneroso l'acquisto di un veicolo. I veicoli di proprietà rimangono fermi per più del 90% del tempo e sono, quindi, utilizzati solo per il 10% del loro ciclo di vita. Le spese che ne derivano, invece, sono continue. Peraltro, il prezzo dei carburanti e dell'energia è considerevolmente aumentato.
    Basandosi su questi dati e viste le crescenti preoccupazioni del grande pubblico, l'azienda di car sharing Zity by Mobilize ha sviluppato un simulatore di risparmio. Questo strumento permette a qualsiasi cittadino di effettuare una stima dell'importo che potrebbe risparmiare annualmente usando Zity per gli spostamenti, invece di acquistare e pagare la manutenzione di un'auto di proprietà. Con questo comparatore online, l'azienda intende far scoprire i vantaggi del car sharing, proponendo di valutare il risparmio in termini di costi e di emissioni di sostanze inquinanti nell'atmosfera.
    "La nostra missione come azienda è quella di migliorare la vita urbana offrendo una soluzione di mobilità accessibile, equa e sicura, in grado di ridurre l'impatto ambientale. Per assolvere questo impegno, mettiamo a disposizione dei cittadini un semplice strumento digitale che consente loro non solo di sapere che risparmio possono effettuare, ma anche di vedere come tutto questo possa contribuire a migliorare la qualità dell'aria in città" ha spiegato Javier Mateos, CEO di Zity by Mobilize. Il "Simulatore di risparmio Zity" permette di valutare i costi connessi alla proprietà di un veicolo.
    Sul sito zity.eco/fr/simulateur-deconomies/ e rispondendo ad alcune domande relative alla mobilità e alle abitudini di guida, gli utenti sapranno, in meno di 5 minuti, se possono ridurre le proprie spese optando per la mobilità condivisa. Come funziona? L'utente risponde a una serie di domande per stabilire quanto segue: i costi fissi del veicolo di proprietà: quanto spende l'utente per la manutenzione del veicolo, il carburante, le rate dell'assicurazione, il parcheggio, ecc. Le abitudini di viaggio: frequenza, tempo dei percorsi quotidiani e quanti lunghi viaggi.
    Risultato: si calcolano un importo e un tempo di percorrenza che saranno convertiti in budget Zity. Gli utenti potranno anche farsi un'idea delle emissioni di CO2 che eviteranno di immettere nell'atmosfera optando per il car sharing. Il Confronto: Il calcolo si basa sulle informazioni dichiarate dall'utente (tempo reale di utilizzo dell'auto e costi fissi) e sul prezzo medio al minuto dei percorsi effettuati con Zity nella città prescelta.
    Il simulatore di risparmio sarà disponibile nei Paesi in cui Zity è attualmente presente: Spagna, Francia e Italia.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie