ANSAcom

ANSAcom

Acea: crescita passa da sostenibilità e economia circolare

Gruppo a Ecomondo. Da riciclo plastica a robot paladino ambiente

Bologna ANSAcom

Si dipana sui binari della sostenibilità e dell'economia circolare il percorso verso il futuro di Acea, multiutility romana che sulla 'green economy' ha deciso di puntare con forza dedicando, dei 4,7 miliardi di euro di investimenti previsti nel Piano Industriale 2020-2024, ben 2,1 miliardi di euro ad obiettivi di sostenibilità. A tracciare la direzione del gruppo capitolino - forte anche di due progetti: 'SmartComp' sul fronte del biocompostaggio e 'Gasiforming' destinato alla produzione di ecocarburanti dalla plastiche non riciclabili - è il suo amministratore delegato, Giuseppe Gola tra i protagonisti degli Stati Generali della Green Economy alla fiera Ecomondo in corso alla Fiera di Rimini. "Acea - spiega nello stand riminese di 200 metri quadri - è una azienda strutturalmente circolare perché gestisce business che sono strutturalmente circolari a partire dal ciclo idrico al trattamento dei rifiuti; da tutta la parte della distribuzione elettrica, compresa la mobilità elettrica, alla generazione da fonti rinnovabili. Noi siamo strutturalmente circolari e strutturalmente sostenibili. Adesso - argomenta - stiamo lavorando molto per sviluppare il nostro business in questa direzione. Abbiamo già avuto una crescita importante di tutti i nostri business negli ultimi anni e anche quest'anno abbiamo dato ai mercati una guidance di una crescita superiore all'8% di margine operativo lordo rispetto all'anno precedente e anche il nostro piano è in linea con questi livelli di crescita fondamentalmente trainata da questi business circolari e sostenibili in particolare il trattamento dei rifiuti, lo sviluppo di energie rinnovabili e il ciclo idrico". E sulla strada di una sempre maggiore sostenibilità, Acea conta su progetti di ampio respiro come 'SmartComp' e 'Gasiforming,' punti di forza, per il futuro, insieme alla nuova app 'Waidy Wow' che, ttraverso la mappatura di oltre 50.000 punti idrici, promuove il consumo responsabile dell'acqua. 'Smartcomp', realizzato da Acea in collaborazione con Enea e Università della Tuscia e 'Gasiforming' , sviluppato da Acea Ambiente, Instm-Consorzio Interuniversitario per la Scienza e Tecnologia dei Materiali e Politecnico di Milano, "sono progetti sperimentali - argomenta ancora Gola -: 'Smartcomp' è un progetto che abbiamo già presentato: è uno strumento commerciale ed un po' la nostra invenzione del rifiuto a chilometro zero, nel senso che noi installiamo dei piccoli impianti per il trattamento dell'organico e per la produzione del compost lì dove il rifiuto viene prodotto senza la necessità di dover poi trasportare il rifiuto con tutte le emissioni che sono legate al suo trasporto. Gasiforming - aggiunge l'ad di Acea - è un nuovo progetto, una sperimentazione che stiamo realizzando ed è fondamentalmente legato a quello che chiamiamo 'Waste to chemical', il riciclo di rifiuti per andare a produrre delle molecole che poi sono dei nuovi carburanti, il tutto a emissioni zero". E nell'ottica di una crescita legata alla sostenibilità e alla circolarità dell'economia, Acea ha avviato un biomonitoraggio presso l’impianto di recupero energetico dei rifiuti di San Vittore del Lazio, attraverso l’osservazione di circa 150.000 api che permette di rilevare gli effetti dell’inquinamento e ha adottato, come testimonial, 'Robidone', piccolo robot verde costruito con pezzi riciclati che svela e insegna tutti i segreti della raccolta differenziata.

In collaborazione con:
Acea

Archiviato in


Modifica consenso Cookie