Dal reale all’immagine. Il paesaggio ibleo nel linguaggio fotografico e pittorico

Ragusa - Mostra

Mostra documentaria
dal reale all’immagine. Il paesaggio ibleo nel linguaggio fotografico e pittorico


Un centinaio di immagini, tra dipinti e fotografie, scelte per raccontare le città iblee e dei loro territori attraverso l’obiettivo della macchina fotografica e il pennello dei suoi artisti. Un interessante confronto tra pittura e fotografia emerge dalla selezione di immagini in grado di documentare e interpretare il paesaggio della città, dei campi, del mare. Pur rivelando le specificità dei deversi linguaggi espressivi, le immagini dipinte e quelle fotografiche dimostrano tangenze e influssi reciproci, contaminazioni di punti di vista e prospettive accelerate, tagli inconsueti e indagini luministiche che appartengono ad un comune orizzonte culturale. I dipinti e le immagini fotografiche documentano il paesaggio nel corso del Novecento, e consentono di scoprire i mille volti delle città e dei loro territori, rivelando inattesi confronti e testimoniando i cambiamenti del tessuto urbano e della natura circostante fino ai nostri giorni. Un filo unico corre tra le fotografie di Antoci, Carbonaro,Assenza attivi a Ragusa e Modica dal 1930 al 1960 e il paesaggismo magistralmente interpretato negli stessi anni dagli artisti Antonino Cannj, Biagio Brancato, Giuseppe Di Martino, Nicola Simbari: gli scorci di vie piazze cittadine si alternano ad inquadrature che coniugano il profilo della città, della campagna, del mare. Le pennellate, le xilografie e gli scatti fotografici sottolineano i dettagli del paesaggio urbano e di quello naturale con un approccio emotivo differente ma con un unico filo conduttore, il paesaggio. Le immagini esposte regaleranno al visitatore i segni della storia passata, invogliandolo ad interpretarli sotto molteplici aspetti, non solo storia naturale, ma anche storia economica, culturale e sociale.
 


viale del Fante, 7, Ragusa

+39.0932622200

as-rg@beniculturali.it

Modifica consenso Cookie