Valle d'Aosta
  1. ANSA.it
  2. Valle d'Aosta
  3. Covid, presidi Vda denunciano: 'minacciati da lavoratori No Vax'

Covid, presidi Vda denunciano: 'minacciati da lavoratori No Vax'

"Paragonati ai nazisti da associazione EducaliberaVda"

Ventidue dirigenti scolastici della Valle d'Aosta denunciano di aver ricevuto "minacce, neppure troppo velate" attraverso una "lettera riservata" spedita sulla loro posta istituzionale il 14 gennaio scorso a firma EducaLiberaVda", comitato di lavoratori della scuola, docenti, Ata ed educatori che si è costituito la scorsa estate dopo le norme relative all'uso del green pass in ambito scolastico .
    Si tratta, si legge nella missiva dei presidi indirizzata all'assessore all'istruzione Luciano Caveri, alla sovrintendente agli Studi Marina Fey e agli organi di informazione, di contenuti "offensivi della professionalità di noi Dirigenti". E' il caso dell'espressione "Voi, come meri esecutori di ordini governativi gravemente lesivi dei diritti civili e della dignità professionale e umana, a sospendere i colleghi che esercitano il loro diritto a non vaccinarsi". EducaLiberaVda poi aggiunge: "Quando tutta questa situazione finirà e verrà chiesto ai vari attori di rendere conto delle azioni e delle responsabilità decisionali ed esecutive, ci si potrà avvalere della retorica frase 'eseguivo degli ordini' già utilizzata durante il processo di Norimberga". Secondo i dirigenti "è inaccettabile essere paragonati ai nazisti a processo a Norimberga", un "distorcimento della più agghiacciante malvagità del Novecento, oltreché della scienza, della quale è dimostrata ignoranza, cosa di incredibile gravità da parte di un'associazione che si picca di rappresentare 400 componenti della comunità educante".
    I dirigenti spiegano: "Non vogliamo certo essere chiamati eroi, ma sottolineare la nostra funzione e il nostro lavoro, sabati-domeniche-ferie comprese". Infine riportano di essere stati esortati anche ad "atti eclatanti di disubbidienza civile". Annunciano quindi: "Agiremo perciò in ogni sede opportuna per tutelare la nostra immagine e la nostra professionalità respingendo al mittente inviti alla disobbedienza, minacce e paragoni assurdi".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie