Valle d'Aosta

Vino: Valle d'Aosta avvia progetto contro moscerino asiatico

Attraverso inserimento di insetto antagonista

Un progetto di lotta biologica per contrastare la diffusione della 'Drosophila suzuki', il moscerino asiatico responsabile di ingenti danni ai vigneti e ad alcune coltivazioni frutticole, quali piccoli frutti, ciliegio e fragola. Ad avviarlo è la Regione Valle d'Aosta sottolineando che "la Drosophila suzuki rappresenta un problema rilevante per gli agricoltori, da quando, nel 2010, è stata segnalata per la prima volta in Valle d'Aosta: per contenere lo sviluppo dei marciumi su uva causati da questo parassita alieno, i viticoltori sono costretti annualmente ad adottare misure fitosanitarie che comportano un aggravio di lavoro e un aumento dei costi di produzione".
    "Dopo che ad agosto il Ministero della transizione ecologica ha autorizzato il rilascio in natura dell'insetto Ganaspis brasiliensis, antagonista della Drosophila suzuki, un primo lancio - è spiegato in una nota - è stato fatto nei campi sperimentali dello Iar. Ora il progetto proseguirà con altri due lanci a metà e a fine di settembre". Oltre alla Valle d'Aosta, partecipano al programma Emilia Romagna, Puglia, Sicilia, Campania, Veneto e Piemonte, più le Province autonome di Trento e Bolzano.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie