Covid: Alliance valdotaine, screening di massa in Valle d'Aosta

Proposto a resto maggioranza, "anche per calare fascia rischio"

Uno screening di massa in Valle d'Aosta per "ridurre" il numero di contagi e la "pressione sul sistema sanitario", contribuendo "a portare la nostra regione in una fascia di minore rischio, con benefiche ricadute sul mondo economico-produttivo, sulla scuola e sulla vita sociale": è la proposta fatta da Alliance valdotaine al resto della maggioranza regionale.
    Sulla scorta di quanto avvenuto nella provincia di Bolzano e in Slovacchia "si può prevedere - si legge nella proposta - un analogo screening nella nostra regione, rivolto a circa il 60% della popolazione, vale a dire circa 75 mila persone e che potrebbe identificare, stante le percentuali di cui sopra, circa 750 asintomatici, potenzialmente infettanti altre centinaia e migliaia di persone, innescando così un sistema senza fine".
    Il costo stimato "potrebbe aggirarsi sui 750-850 mila euro e comprende il costo dei tamponi rapidi, eventuali spese legate alla campagna di sensibilizzazione e di altre voce che dovessero presentarsi".
    La durata stimata dello screening "è stimata in 2-3 giorni e deve coinvolgere tutto il territorio", con gli attori "che hanno un ruolo nella gestione della pandemia, vale a dire regione, azienda sanitaria, protezione civile, enti locali e mondo del volontariato". 
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030



    Modifica consenso Cookie