Elezioni: Adu in campo per un'Aosta più green e dei giovani

Il movimento ha presentato i candidati per comunali e regionali

''Noi vogliamo un'Aosta capace di accogliere i giovani con un bell'ostello, un'Aosta green, pulita e colorata, un'Aosta capace di rendersi conto che non siamo una metropoli ingestibile con i quartieri periferici abbandonati a loro stessi, una comunità coinvolta nelle scelte dell'amministrazione''. A parlare è Chiara Giordano, candidata sindaca al Comune di Aosta per la lista Ambiente, diritti e uguaglianza. I candidati di Adu si sono presentati ai cittadini nei giardini Emilio Lussu ad Aosta.
    Giordano bandisce le ''vane promesse elettorali'', dice basta ai ''quartieri ghetto stile anni '60. Ogni quartiere deve tornare a essere valorizzato''. Intende l'amministrazione come ''veramente e concretamente a disposizione del cittadino''.
    Vuole una città ''a misura degli over 65, che sono i più numerosi'' e di disabili ''occupandosi dell'accessibilità''.
    Per Daria Pulz, capolista per le regionali ''impegni e programma del 2018 vanno rispettati senza cambiamenti di rotta che costituirebbero un tradimento degli elettori''. Nessun accordo preventivo perché ''è meglio giocarci il tutto per tutto rovesciando la logica del do ut des, dove il più debole vende l'anima al diavolo. Invece no, si parte dalla sostanza dei temi, se qualcuno li appoggia, bene. La contropartita è il rispetto dei giocatori in campo; se c'è da fare fallo, facciamo fallo, ma che sia un fallo regolare. Perché noi la partita non ce la vendiamo''.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie