Giochi: decreto Consiglio Stato, ok revoca licenza Slot Café

Respinta richiesta sospensiva urgente, udienza a fine luglio

Resta revocata la licenza alla sala giochi Slot Café di via Chambery 60, ad Aosta, almeno fino all'udienza in camera di consiglio fissata per il prossimo 30 luglio davanti al Consiglio di Stato. Lo hanno deciso i giudici amministrativi di secondo grado, respingendo l'istanza urgente di sospensiva formulata dalla società Mgroup srl. Alla fine del giugno scorso il Tar della Valle d'Aosta aveva considerato legittimo il provvedimento della questura di Aosta del 4 dicembre 2019 e disposto un indennizzo alla società "da commisurare al solo danno emergente". La revoca è basata sulla legge regionale per il contrasto all'azzardopatia che prevede, tra l'altro, una distanza minima in linea d'aria di 500 metri dagli istituti scolastici: la scuola per l'infanzia 'Salvador Allende' è a 81 metri.
    Nel decreto di secondo grado si legge che "le censure dell'appellante sono indirizzate alla costituzionalità, di cui esso dubita, della normativa regionale sopravvenuta, e la valutazione richiesta deve essere compiuta collegialmente e nel contraddittorio tra le parti" e che "in ogni caso il primo giudice ha correttamente riconosciuto il diritto dell'appellante all'indennizzo per la revoca oggi impugnata, il che attenua fortemente, fino ad escluderla, la ipotizzata irreparabilità del danno dedotta in questa sede". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie