Uvp, in autunno necessaria ri-fondazione movimento autonomista

'Senza tentennamenti e ripensamenti'

L'Union valdotaine progressiste conferma l'intenzione di lavorare a una 'ri-fondazione' del "movimento autonomista" che ha come orizzonte un congresso, da organizzare il prossimo autunno. E' il presidente Giuliano Morelli a chiarirlo, in un editoriale pubblicato oggi sul sito del movimento, volendo 'fugare' alcune "ombre", dopo che un comunicato di martedì scorso dei vertici di Uvp, Uv, Stella Alpina, Epav e Alpe aveva "destato qualche preoccupazione". "Va ripetuto, e questa volta con estrema chiarezza, - spiega Morelli - che la federazione non era che il punto di ancoraggio di un processo unitario molto più profondo, che, nato durante la campagna delle elezioni europee, dovrà sfociare nel prossimo autunno in un congresso ri-fondativo dell'intero movimento autonomista". In questa direzione, assicura il presidente dell'Uvp, "con tutte le nostre energie noi stiamo lavorando senza ripensamenti e tentennamenti, determinati a costruire un futuro valdostano per tutti e con tutti quelli che lo vorranno".

Inoltre, in vista delle elezioni comunali del prossimo anno, Morelli chiarisce che "non è mai stata nelle corde di Uvp, né mai lo sarà, l'intenzione di creare un qualsivoglia direttorio che si imponga sulle scelte locali".


   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere