Morte Astori: altro medico indagato

E' su ipotesi falso certificato. Lunedì interrogatori da pm

(ANSA) - FIRENZE, 13 LUG - C'è un altro medico indagato per la morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato senza vita il 4 marzo 2018 nella sua camera d'albergo a Udine.
    E' il direttore della Medicina sportiva di Careggi, Pietro Amedeo Modesti. Lunedì prossimo lo stesso Modesti, con il professor Giorgio Galanti e la sua collaboratrice Loira Toncelli, sarà sentito in procura dal pm Antonino Nastasi, titolare dell'inchiesta. I tre medici, secondo l'accusa, sono finiti nel fascicolo bis, per il referto di un esame, 'lo strain' (serve per accertare la contrattilità e la distensività del muscolo cardiaco), che fra le carte non c'era e che, secondo l'ipotesi dell'accusa, sarebbe stato fabbricato per attestare un esame non effettuato o che, al tempo, non venne refertato. L'inchiesta principale vede invece indagati Galanti e il suo collega di Cagliari Francesco Stagno, i medici che rilasciarono il giudizio di idoneità allo sport agonistico ad Astori.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere