Dimesso giocatore Primavera Verona rimasto folgorato

Presidente Setti: 'E' un giorno speciale per tutti'

 E' stato dimesso dall'ospedale Andrea Gresele, il giocatore della squadra Primavera dell'Hellas Verona rimasto folgorato dopo essere salito su un treno vicino alla stazione di Porta Vescovo, la notte tra il 6 e il 7 febbraio.  La società gialloblù sul suo sito ha annunciato che "dopo gli incoraggianti responsi della prima fase riabilitativa che non ha rilevato significativi deficit motori e cognitivi, è stato dimesso dall'ospedale di Negrar per fare ritorno a casa, in famiglia. Il 18enne vicentino proseguirà a domicilio la convalescenza, cui seguiranno le fasi successive del percorso riabilitativo". "E' un giorno speciale e di grande gioia per tutto il club - ha commentato Maurizio Setti, presidente Hellas -. Siamo contenti per Andrea, per la sua straordinaria famiglia, che ha affrontato il difficile momento con grande determinazione e pari lucidità. Andrea è uno di famiglia, della nostra, grande famiglia dell'Hellas, e continueremo a stargli accanto". 
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie