Milano-Cortina, Zaia: 'Governo ci dia la legge olimpica'

'Ancora non c'è alba, siamo preoccupati, serve entro l'anno'. Spadafora rassicura: 'Presto iter approvazione legge olimpica'

"Noi rispettiamo il cronoprogramma e siamo assolutamente ligi, lo deve fare anche il governo, ci deve portare questa legge olimpica, ma ancora non c'è alba. La legge olimpica è urgente", ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a margine del seminario del Cio sui Giochi invernali Milano-Cortina 2026: "Siamo preoccupati perché la legge olimpica è la base sulla quale poi ci dovremo muovere. Siamo già al last minute superato, è fondamentale che arrivi entro l'anno. Del resto, il governo si era impegnato per questo".

"Mantenere unita la squadra degli stakeholder" sarà la vera sfida in vista delle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026. Lo sostiene, alla sua prima uscita pubblica, Vincenzo Novari. "Con il supporto del Cio - aggiunge l'ad del Comitato Organizzatore, durante il seminario internazionale sui Giochi - la realizzazione non sarà un fattore critico, tenere insieme la squadra sarà il punto più delicato: ci sono sensibilità diverse, nei prossimi sei anni il Paese cambierà molto negli aspetti".

"Vorrei rassicurare i rappresentanti delle Istituzioni locali, il presidente Malagò e la sua Fondazione per le Olimpiadi 2026 sul fatto che il Governo sta lavorando alla Legge Olimpica, che sarà un esempio di trasparenza, divisione dei ruoli e rispetto delle competenze, e che presto sarà avviato l'iter di approvazione", spiega in una nota il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA