ANSAcom
ANSAcom

Cdp: giovani e sostenibilità al Forum Multistakeholder

Al via il dialogo con oltre 250 attori della società civile

Milano ANSAcom
Oltre 250 rappresentanti di istituzioni, territori, del mondo accademico, dell’industria e della finanza, 50 studenti, startup e associazioni del terzo settore, nove tavoli di lavoro dedicati ai temi più rilevanti dello sviluppo sostenibile e numerosi speaker di rilievo nazionale e internazionale. Questi alcuni dei numeri della prima edizione del Forum Multistakeholder del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, l’evento annuale sui temi Esg dedicato al dialogo e al confronto con la società civile. Giovani, finanza, sviluppo sostenibile e dialogo sono i temi al centro della giornata, dal titolo “Un futuro da disegnare insieme”, che ha posto al centro dell’agenda le aspettative e i contributi delle giovani generazioni. Ad aprire i lavori, il presidente di Cdp, Giovanni Gorno Tempini, che ha sottolineato: “con questa prima edizione del Forum Multistakeholder il Gruppo Cdp conferma il contributo concreto allo sviluppo sostenibile del Paese. Il dialogo odierno con oltre 250 rappresentanti della società civile testimonia il lavoro di sintesi e promozione degli interessi nazionali che stiamo portando avanti, anche grazie a un approccio inclusivo e sistemico, al fine di garantire che le opportunità generate riguardino tutti”. Per il ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti, da questa giornata possono arrivare “indicazioni utili a sviluppare politiche di sviluppo resilienti, sostenibili, solidali e inclusive”. Concludendo i lavori,l’amministratore delegato e direttore generale di Cdp, Dario Scannapieco, ha sottolineato come la sostenibilità e i criteri Esg siano “le basi fondanti del Piano Strategico 2022-2024, che rafforza l’impegno di Cassa nei confronti del Paese e delle future generazioni a cui questo Forum è dedicato”. Una strategia, spiega l’a.d., “impostata su policy di intervento responsabile e obiettivi di impatto che ci hanno permesso di raggiungere risultati significativi: nei primi dieci mesi del 2022 infatti, abbiamo mobilitato risorse per 24,5 miliardi a favore di startup, aziende, pubbliche amministrazioni e progetti di cooperazione internazionale”. Tra i protagonisti del Forum, anche il vicepresidente della Commissione Europea con delega al Green New Deal, Frans Timmermans, che ha ricordato come “la transizione ecologica rappresenta la rivoluzione industriale del nostro secolo. E la finanza, se ispirata da principi di sostenibilità, può contribuire a creare nuove opportunità e ricchezze”. Ad accendere un faro sulla formazione è la neo rettrice del Politecnico di Milano, Donatella Sciuto, richiamando “l’importanza di ripensare la formazione delle nuove generazioni per affrontare contesti sempre più mutevoli e che richiedono competenze trasversali. Momenti di confronto come quelli di oggi consentono di creare ecosistemi fruttuosi tra istituzioni, mondo accademico e società civile”.

In collaborazione con:
Cassa Depositi e Prestiti

Archiviato in


Modifica consenso Cookie