ANSAcom

  • Assicurazioni: Farina, primarie per una crescita sostenibile
ANSAcom

Assicurazioni: Farina, primarie per una crescita sostenibile

Al via la due giorni dell'Insurance Summit 2021 dell'Ania

Roma ANSAcom

SEGUI L'EVENTO DEL 18 OTTOBRE

SEGUI L'EVENTO DEL 19 OTTOBRE

 

Investimenti sostenibili; cambiamento climatico ed eventi catastrofali; un nuovo sistema di welfare. Questi i temi al centro dell'Insurance Summit 2021 organizzato dall'Ania, l'Associazione nazionale fra le imprese assicuratrici, in partnership con la Presidenza italiana del G20 e con il supporto di Gfia. "Il settore assicurativo ha la consapevolezza di svolgere un ruolo di primo piano per la crescita economica e per una transizione sostenibile, nella sua accezione più ampia, non solo ambientale, ma anche sociale e finanziaria", ha detto aprendo la prima delle due giornate di lavori la presidente dell'Ania, Maria Bianca Farina. Prima del suo intervento, in un videomessaggio, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha sottolineato come "il contributo offerto dal mondo assicurativo alla sostenibilità rispecchia una delle priorità della presidenza italiana del G20: la risposta globale al cambiamento climatico". Draghi ha ricordato come "il ruolo di congiunzione, tra risparmio privato e tessuto produttivo, consente di aiutare le aziende a mettere in campo soluzioni preventive contro i rischi climatici". "Il mondo assicurativo", ha concluso il presidente del Consiglio, "aveva all'attivo oltre 1.000 miliardi di euro di investimenti a fine 2020", dunque può "dare un forte slancio in direzione di una maggiore sostenibilità all'intero settore finanziario".

Sulla stessa scia la presidente dell'Ania Farina che ha ricordato come l'industria assicurativa, a livello mondiale, con oltre 30.000 miliardi di dollari di asset gestiti, abbia "la capacità e l'interesse a investire in attivi sostenibili e di lungo termine", potendo quindi contribuire "a finanziare la transizione verso economie a emissioni zero, efficienti sotto il profilo delle risorse e più sostenibili".
Altro tema urgente è quello relativo ai cambiamenti climatici, per i quali la presidente Farina ha spiegato come sia "sempre più urgente rafforzare la resilienza delle imprese e delle famiglie, attraverso una maggiore diffusione di strumenti di mitigazione, prevenzione e trasferimento del rischio". Su questo fronte gioca un ruolo fondamentale la prevenzione: "l'assicurazione, oltre a fornire protezione contro rischi che diventano sempre più rilevanti consente, grazie anche all'utilizzo di tecniche di valutazione e di pricing del rischio, di porre l'accento su un aspetto di fondamentale importanza, quello della prevenzione", ha detto Farina.

Terzo tema sul tavolo del Summit quello del welfare. "La crisi pandemica ha indotto i governi e l’Unione europea ad assumere un ruolo molto più ampio nella protezione dei cittadini, con conseguenze significative sui bilanci pubblici e sulla loro sostenibilità", ha spiegato la presidente dell'Ania. Da ciò deriva quindi la necessità di "un nuovo sistema di welfare, basato sulla complementarità tra pubblico e privato. Un sistema che garantisca, in modo integrato, la copertura dei bisogni di protezione della popolazione contro un'ampia gamma di rischi". Proprio sui rischi per salute e vecchiaia Farina ha evidenziato come "il tema del finanziamento di un sistema di protezione, più ampio e inclusivo, possa essere efficientemente affrontato nell'ambito di una più stretta integrazione tra sicurezza sociale e assicurazioni private".

Tra gli interventi della prima giornata anche quello del ministro dell'Economia, Daniele Franco, che ha spiegato come il settore assicurativo possa "contribuire a una crescita dell'economia che rispetti l'ambiente in due modi: nella gestione del rischio e nella sua capacita quale investitore". Secondo Franco, inoltre, "un settore assicurativo efficiente potrà contribuire al benessere della società e alla competitività del sistema economico". Alla luce del fatto che la sostenibilità è un tema globale, per il quale sono "vitali la collaborazione e il coordinamento", anche il settore assicurativo sarà chiamato a fare la sua parte. Il ministro si è detto "certo che il settore sarà all’altezza di questo ruolo".

In collaborazione con:
ANIA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie