Media, fossa comune dell'Isis a Raqqa

Nella stessa zona dove nel 2013 è scomparso Paolo Dall'Oglio

(ANSAmed) - BEIRUT, 26 MAG - Una fossa comune con almeno 100 corpi, probabilmente vittime dell'Isis, sono stati rinvenuti nel nord della Siria nei pressi di Raqqa, dal 2014 al 2017 'capitale' dello 'Stato islamico' nel martoriato Paese.
    Nell'area era scomparso nel luglio 2013 il gesuita romano Paolo Dall'Oglio, da più parti indicato come rapito e ucciso dall'Isis. Di lui si sono perse le tracce e in questi anni diverse voci sulla sua morte si sono accavallate ad altre della sua esistenza in vita ancora in mano ai suoi rapitori. Secondo fonti locali di Raqqa e media siriani, nella fossa rinvenuta nella zona di Tell Zidan, sono finora tornati alla luce decine di resti. Nella località di Tell Zidan, alla periferia orientale di Raqqa, erano già state rinvenute fosse comuni alcune settimane fa. Si trattava di resti di individui con un'età variabile dai 25 ai 35 anni. Secondo gli addetti agli scavi nella fossa potrebbero trovarsi i resti di circa 200 persone.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie