Imprese: Ccc chiude bilancio 2018 con perdita di 7 milioni

Dopo affitto ramo azienda a Integra migliorano i dati

(ANSA) - BOLOGNA, 10 LUG - Il Consorzio Cooperative Costruttori ha chiuso il bilancio di esercizio del 2018 con una perdita di 7.126.074 milioni, in miglioramento rispetto all'anno precedente (quando si era attestata a 12.251.672 euro), e ha raccolto risultati incoraggianti grazie alla riorganizzazione, avviata nel 2016, che ha portato all'affitto del ramo d'azienda lavori al Consorzio Integra. A Bologna si è svolta oggi l'assemblea dei soci, a cui ha partecipato anche il presidente di Legacoop Italia Mauro Lusetti, che ha approvato il bilancio e ha riconfermato alla guida del Consorzio Domenico Livio Trombone. I costi di gestione, analizzando i dati, sono stati contenuti in 4,5 milioni di euro. Il valore della produzione ha raggiunto quota 48,4 milioni di euro, i costi di produzione 52,1 milioni. "La natura del Ccc è essere un punto di riferimento per i singoli cooperatori nei loro contratti e lavori - ha spiegato Trombone - siamo stati protagonisti di una ristrutturazione industriale. Non abbiamo ricorso a procedure o programmi particolari, ma abbiamo riscadenzato i debiti secondo piani di rientro. Il risultato è quello di avere una società in bonis che garantisce altre operazioni e cooperative e che riesce a valorizzare asset importanti". "Alcuni anni fa grazie al progetto di scorporo e di affitto d'azienda dal ramo industriale - ha aggiunto Lusetti - abbiamo permesso a molte cooperative di ristrutturarsi e di continuare ad avere la loro attività sul mercato e di salvaguardare complessivamente un patrimonio di oltre un miliardo di contratti di lavori pubblici e privati". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who