Economia

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

The Nature Conservancy e i suoi partner globali ospitano una sessione sul miglioramento delle aree marine protette nel corso della Conferenza delle Nazioni Unite sugli Oceani con il sostegno di Mary Kay Inc.

Con meno del 3% degli oceani protetti in modo efficiente, gli stakeholder lanciano un appello per l’intensificazione degli sforzi globali volti alla protezione di almeno il 30% dei nostri oceani ponendo particolare enfasi sulle aree protette esistenti, invece di promuoverne l’istituzione di nuove.

Business Wire

La Conferenza delle Nazioni Unite sugli Oceani 2022 tenutasi dal 27 giugno al 1° luglio a Lisbona, in Portogallo, ha visto la partecipazione di più di 5.000 persone, tra cui leader mondiali, imprenditori, giovani, influencer e scienziati. La conferenza puntava a semplificare per gli stakeholder l’individuazione di innovazioni e soluzioni con basi scientifiche per rispondere alla crisi multidimensionale degli oceani fomentata da fattori quali cambiamento climatico, sovrasfruttamento delle risorse ittiche, perdita di habitat e inquinamento.

questo comunicato stampa include contenuti multimediali. Visualizzare l’intero comunicato qui: https://www.businesswire.com/news/home/20220809005187/it/

The Nature Conservancy logo (Logo: The Nature Conservancy)

The Nature Conservancy logo (Logo: The Nature Conservancy)

The Nature Conservancy (TNC), con il sostegno di Mary Kay Inc., ha tenuto un evento in collaborazione con il Programma delle Nazioni uniti per l’ambiente (United Nations Environment Programme, UNEP), il governo dell’Ecuador, la Fondazione Jocotoco, la Fondazione Charles Darwin per le Isole Galapagos, Re:wild e il Marine Conservation Institute.

Il TNC e l’UNEP hanno moderato l’evento, evidenziando l’importanza critica di garantire la qualità delle aree marine protette (Marine Protected Areas, MPA) migliorando elementi quali governance, gestione efficace e resilienza climatica, nonché i ruoli di rilievo che comunità, ONG, governi, associazioni filantropiche, il settore privato e le collaborazioni cross-settoriali ricoprono nella realizzazione di MPA efficienti.

L’evento si è contraddistinto nella conferenza, giacché enfatizzava l’esigenza di migliorare la gestione delle aree protette esistenti e non promuoverne l’istituzione di nuove. Al momento meno del 3% delle MPA sono gestite in modo efficiente, pertanto l’efficacia di tali misure protettive è essenziale per capitalizzare sul loro potenziale sia in termini di conservazione sia in termini di condizioni di vita.

La dott.ssa Lizzie Mcleod di TNC ha osservato: “La gestione efficiente è la base per conseguire l’obiettivo 30x30 nell’ambito della campagna volta a proteggere il 30 percento degli oceani del mondo entro il 2030. Grazie al sostegno di Mary Kay, TNC, UNEP e di altri partner, stiamo sviluppando strumenti per i responsabili della gestione marina che migliorano la gestione marina, appoggiano soluzioni di finanziamento sostenibile e coadiuvano il ripristino degli habitat marini. Sfruttando l’innovazione, le nuove tecnologie e le buone prassi globali, i responsabili della gestione marina potranno contrastare in modo più efficiente le principali minacce gravanti sui nostri oceani.”

“Le aree marine protette svolgono un ruolo fondamentale per la salute degli oceani e lo sviluppo sostenibile. Ma la loro efficacia viene meno senza una serie di misure di sostegno. Sono necessari strumenti di sostegno delle decisioni che consentano una migliore configurazione e gestione delle aree marine protette, la condivisione delle conoscenze e la collaborazione per fornire ai responsabili l’appoggio di cui hanno bisogno per proteggere al meglio gli oceani” ha affermato Ole Vestergaard, direttore del programma nella divisione Ecosistemi marini, costali e delle acque dolci per l’implementazione delle politiche ambientali presso l’UNEP.

“La fondatrice di Mary Kay, Mary Kay Ash, era convinta che esistono al mondo tre tipi di persone: quelle che concretizzano, quelle che guardano gli altri concretizzare e quelle che si domandano che cosa si è concretizzato”, ha affermato Deborah Gibbins, direttrice operativa presso Mary Kay. “È per noi un onore unire le forze con il primo tipo di persone per sviluppare gli strumenti e le risorse necessarie a proteggere gli oceani per generazioni a venire”.

Se dobbiamo proteggere e ripristinare i servizi dell’ecosistema oceanico e costiero, nonché rivitalizzare i sistemi oceanici oltre a tutelare le condizioni di vita correnti e il futuro dell’umanità, dobbiamo migliorare l’efficienza delle aree marine protette raggiungendo gli obiettivi di conservazione e sostenibilità, senza perdere di vista l’accelerazione della copertura delle MPA.

Informazioni su The Nature Conservancy (TNC)

The Nature Conservancy è un’organizzazione globale per la conservazione, dedita a preservare le terre e le acque da cui dipende ogni forma di vita. Guidati dalla scienza, creiamo soluzioni innovative e mirate in loco per far fronte alle sfide più ardue che riguardano il mondo intero per favorire il prosperare comune di natura e umanità. Ci occupiamo di cambiamento climatico, della salvaguardia del territorio, delle risorse idriche e degli oceani su una scala senza precedenti per garantire la distribuzione sostenibile di generi alimentari e acqua e rendere le città più sostenibili. Con operazioni in 79 nazioni e territori, usiamo un approccio collaborativo che impegna le comunità locali, i governi, il settore privato e altri partner. Per ulteriori informazioni visitate il sito www.nature.org o seguite @nature_press su Twitter.

Informazioni sul Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (United Nations Environment Programme, UNEP)

L’UNEP è la voce più autorevole al mondo in materia di ambiente. Fornisce leadership e incoraggia la collaborazione per la tutela dell’ambiente ispirando, informando e consentendo a nazioni e popoli di migliorare la propria qualità di vita senza compromettere quella delle generazioni future.

Informazioni su Mary Kay Inc.

Tra le prime donne a smantellare le barriere poste per le donne, Mary Kay Ash fondò la sua azienda di prodotti di bellezza nel 1963 con un unico obiettivo: migliorare la vita delle donne. Quel sogno si è trasformato in una società multimiliardaria, con una forza lavoro che conta milioni di collaboratori autonomi in quasi 40 paesi. In quanto società fautrice dello sviluppo imprenditoriale, Mary Kay si impegna per aiutare le donne sulla strada dell’indipendenza attraverso la formazione, l’affiancamento, il sostegno, la creazione di reti di contatti e l’innovazione. Mary Kay investe con passione nella scienza alla base della bellezza, realizzando prodotti per la cura della pelle, cosmetici pigmentati, integratori alimentari e profumi all’avanguardia. Mary Kay crede che sia necessario migliorare la vita oggi per un domani sostenibile, collaborare con organizzazioni in tutto il mondo per promuovere l’eccellenza imprenditoriale, sostenere la ricerca sul cancro, favorire la parità di genere, proteggere le vittime di violenza domestica, abbellire le nostre comunità e incoraggiare i bambini a vivere i propri sogni. Per saperne di più su marykayglobal.com, trovateci su Facebook, Instagram e LinkedIn o seguiteci su Twitter.

Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l'unico giuridicamente valido.

Mary Kay Inc.
Comunicazioni aziendali
marykay.com/newsroom
972.687.5332 or media@mkcorp.com

The Nature Conservancy
Misty Edgecomb
Direttrice, comunicazioni
medgecomb@tnc.org or 484-343-3223

Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente
Laura Darby
Comunicazioni e gestione progetti per la conservazione innovativa
laura.darby1@un.org

Permalink: http://www.businesswire.com/news/home/20220809005187/it

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale di Business Wire

Video Economia


Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie