Borsa: Milano debole con Autogrill e Leonardo, ok Ferragamo

Deboli Saipem ed Eni, frena Stellantis, caute le banche

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - Con le Borse europee fiacche dopo gli interventi della Bce, Milano è stata di qualche frazione una delle più pesanti della giornata: l'indice Ftse Mib ha concluso in ribasso dello 0,98% a 22.428 punti, l'Ftse All share in calo dello 0,92% a quota 24.408.
    Londra ha infatti chiuso in ribasso dello 0,37%, con Parigi che ha ceduto lo 0,67% finale e Francoforte che ha registrato la limatura dello 0,11%. Sullo stesso piano di Piazza Affari anche Madrid, in ribasso finale dell'1%.
    A Milano il clima, già non ottimo per il ritorno di qualche tensione sui titoli di Stato, non è stato aiutato dallo scivolone di Autogrill, che ha annunciato a sorpresa un aumento di capitale da 600 milioni, con il titolo che è sceso del 13,3% finale a 4,36 euro. Deboli anche Saipem, che ha ceduto il 4,8% finale, e Leonardo, in ribasso di quattro punti percentuali.
    Venite su Eni (-2,6%) e Unipol (-2,3%), con Stellantis, che ha frenato la sua corsa ed è scesa di due punti percentuali.
    Generalmente in linea con il listino le banche con lo spread a quota 118 punti, in rialzo oltre il punto percentuale Campari, Diasorin e Moncler. Fuori dal paniere principale di Piazza affari, forte Salvatore Ferragamo, salita del 6% dopo le ipotesi di cambi al vertice del gruppo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie